Rioccupazione ex Macello, la polizia interviene con proiettili di gomma

SwissTXT / pab

29.12.2021

Dopo un mercoledì pomeriggio di tensione, ma senza disordini, verso le 20 la situazione è degenerata all'ex Macello di Lugano, dove gli autogestiti erano tornati per rioccupare gli spazi a distanza di sette mesi dalla demolizione.

SwissTXT / pab

29.12.2021

Come riportato dalla RSI, gli agenti in tenuta anti-sommossa hanno iniziato in serata ad allontare gli autogestiti sparando proiettili di gomma e utilizzando spray al peperoncino. Gli autonomi hanno risposto lanciando bottiglie. 

Si è visto uscire del fumo dall’edificio storico.

È arrivata pure un'ambulanza della Croce Verde: da notizie raccolte sul posto sempre dalla RSI, un giovane avrebbe avuto bisogno di cure mediche dopo aver ricevuto lo spray al peperoncino sul volto da distanza ravvicinata. Un'altra persona, una donna, sarebbe rimasta ferita a seguito di una spinta.

Il cordone degli agenti è avanzato nel tentativo di allontanare gli autogestiti dalla sede dell'ormai ex centro sociale, ma nel corso della serata le schermaglie si sono fermate.

Il Municipio non intende intervenire, a meno che...

Il Municipio di Lugano ha tenuto una riunione straordinaria. Secondo informazioni della RSI, l'Esecutivo non intende intervenire nel corso della notte per sgomberare i manifestanti che si trovano ancora all’interno dello stabile, a meno che la situazione non cambi. Giovedì mattina è prevista una visita concordata con il vicesindaco Roberto Badaracco.