Covid

Superate le 200'000 dosi di vaccino somministrate in Ticino

pab

25.5.2021

Da sinistra a destra: il cpomandante della Protezione civile, il segretario comunale di Locarno avv. Gerosa, MM mm Heldbling e il medico dottor Beppe Savary.
Da sinistra a destra: il comandante della Protezione civile Regione 3 Locarno e Vallemaggia, il tenente colonnello Lorenzo Manfredi, il segretario comunale di Locarno avv. Marco Gerosa, la signora Luana Frei, presidente consorzio Pci di Locarno e Vallemaggia, il signor Alex Heldbling e il Dr. med. Beppe Savary al FEVI di Locarno.
Repubblica e cantone del Ticino

La campagna vaccinale in Ticino continua a passo sostenuto, tanto che questa mattina si è raggiunto il traguardo della duecentomillesima dose inoculata nel cantone. 

pab

25.5.2021

Le autorità cantonali ticinesi fanno sapere in una nota che martedì mattina al Centro cantonale di vaccinazione di Locarno, aperto al FEVI, è stata somministrata la duecentomillesima dose di vaccino contro il Sars-CoV-2.

Nel nostro cantone ad oggi è stata superata la soglia del 20% della popolazione immunizzata completamente, mentre un ticinese su tre ha già ricevuto almeno una dose di vaccino.

In cifre significa che sono più di 70'000 le persone completamente vaccinate (20,3%) e più di 129'000 (36,7%) quelle con almeno una dose. In totale sono 200'438 le dosi somministrate in Ticino.

Il cantone ricorda poi che  che per ora la vaccinazione è possibile per le persone con 45 anni o più e per le persone che, indipendentemente dall'età, sono a stretto contatto con una persona vulnerabile non vaccinata oppure una persona immunodepressa (anche se vaccinata) così come le donne in gravidanza affette da malattie croniche ad alto rischio o con un aumentato rischio di esposizione alla malattia.

Queste persone devono essere in possesso di uno specifico certificato firmato e timbrato dal proprio medico. 

Informazioni sulla vaccinazione e sulla prenotazione online, ricordano le autorità sono disponibili sulla pagina www.ti.ch/vaccinazione.