Un gruppo di lavoro sui salari dei docenti ticinesi

SwissTXT / pab

5.2.2020

Il direttore del DECS Manuele Bertoli
Ti-Press

Il Consiglio di Stato ticinese ha istituito un gruppo di lavoro nell'Amministrazione cantonale per analizzarne le implicazioni della sentenza del 6 novembre del TRAM sul riconoscimento degli aumenti salariali per i docenti neoassunti

La sentenza stabilisce che, nel quadro delle riduzioni iniziali di stipendio per i docenti neoassunti, il riconoscimento di un aumento salariale annuale deve avvenire indipendentemente da eventuali concomitanti avanzamenti in una classe di salario superiore.

La stessa contraddice una precedente sentenza del Tribunale cantonale amministrativo (TRAM) risalente a oltre 13 anni or sono (22 novembre 2006) che aveva stabilito la conformità ai dispositivi di legge del sistema applicato dal Consiglio di Stato. Le riduzioni sistematiche del salario iniziale per i docenti neoassunti sono poi state abbandonate nel 2013.

Quaranta milioni di franchi

Secondo il sindacalista della VPOD Raoul Ghisletta sono coinvolti «circa 2'000 docenti», per un costo «di 15'000-20'000 franchi per caso», dunque per «circa 40 milioni di franchi».

A tanto potrebbe ammontare dunque la correzione al rialzo degli stipendi dei docenti coinvolti nelle scuole cantonali e comunali ticinese.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page