Covid-19: 181 nuovi casi, app scaricata oltre 2 milioni di volte

ATS

5.8.2020 - 16:28

Altri 181 casi di coronavirus registrati in Svizzera
Source: KEYSTONE/ENNIO LEANZA

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 181 nuovi casi confermati di coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein. Stando al bollettino odierno dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) il bilancio delle vittime è rimasto fermo a 1706.

Ieri i contagi annunciati erano stati 130 e il giorno prima 66. L'incidenza della malattia è salita a 418,6 casi ogni 100'000 abitanti. I test effettuati tra ieri e oggi sono stati 7906, per un totale di 815'937. Nel 5,3% dei casi il responso era positivo.

In Ticino sono stati registrati tre i nuovi casi che portano il totale dei test positivi a 3'445 dall'inizio della pandemia. Non ci sono stati nuovi decessi.

A livello nazionale è stato segnalato un nuovo ricovero. Le ospedalizzazioni sono 4354 dall'inizio della pandemia, pari a 50,7 ricoveri ogni 100'000 abitanti. Le persone in isolamento si attestano a 1370 e quelle poste in quarantena grazie al tracciamento a 4083. A queste ultime si aggiungono 16'269 rientrate in Svizzera da un Paese considerato a rischio.

Pochi utilizzatori della app

L'applicazione SwissCovid è stata finora scaricata 2,15 milioni di volte, una cifra pari a circa il 25% della popolazione residente.

Questa percentuale non è sufficiente per l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), ha detto oggi a Berna ai media Sang-Il Kim, capo della divisione Trasformazione digitale dell'UFSP. «Vogliamo che siano coinvolte più persone».

Finora, 327 utenti hanno inserito il codice tramite app, che avverte le persone potenzialmente infette. E' il 10% di tutti quelli che sono risultati positivi, ha precisato.

Si collabora sul piano internazionale

Sono ancora in corso i lavori per lo scambio internazionale di dati con le applicazioni dei paesi vicini e con altri paesi dell'UE. Anche se sono stati fatti progressi tecnici, ci sono ancora problemi da risolvere a livello politico, ha detto Kim.

È inoltre in fase di sviluppo una banca dati per sfruttare al meglio i dati cantonali di tracciamento dei contatti. In futuro, gli esperti dovrebbero ricevere dati aggiornati, mentre oggi è possibile solo in modo rudimentale.

Tornare alla home page