Les Verrières

Cassis celebra la memoria dell'Armata di Bourbaki

pl, ats

29.1.2022 - 17:40

Un momento della commemorazione a Le Verrières (NE)
Keystone

Ignazio Cassis ha attraversato questo pomeriggio la frontiera franco-svizzera a Les Verrières (NE) per celebrare il 150° anniversario dell'internamento in Svizzera dell'armata orientale francese comandata dal generale Bourbaki, in fuga dalle truppe prussiane.

pl, ats

29.1.2022 - 17:40

«Firmando la Convenzione di Verrières, la Svizzera ha offerto rifugio e protezione a circa 90'000 soldati e ufficiali francesi. La cifra rappresenta circa il 3% della popolazione svizzera di allora», ha detto presidente della Confederazione in presenza di funzionari francesi, tra cui il ministro del turismo Jean-Baptiste Lemoyne e l'ambasciatore francese in Svizzera.

«Legami inalienabili»

Questa accoglienza «testimonia la solidarietà e i legami inalienabili tra i nostri due paesi», ha sottolineato il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), affermando inoltre quanto sia importante ricordare che la pace in Europa da quasi 80 anni è dovuta all'unificazione europea. «È essenziale non dimenticare l'obiettivo originale dell'Unione Europea: mai più la guerra sul suolo europeo», ha detto il ticinese.

Il presidente della Confederazione ha anche ricordato il ruolo del CICR dalla sua creazione nel 1863. «Il passaggio di frontiera dell'esercito del generale Bourbaki ha reso molto visibile l'idea di base del CICR», ha detto Cassis.

Il più ingente arrivo di profughi di sempre

Nell'inverno del 1871, durante le ultime battute della guerra franco-prussiana, nel giro di tre giorni oltre 87'000 soldati dell'Armata orientale dell'esercito francese, comandata dal generale Bourbaki, varcarono il confine svizzero e consegnarono le proprie armi.

Dopo essere stati disarmati dall'esercito svizzero, i soldati francesi furono curati, nutriti e alloggiati in 188 comuni in tutto il paese, ad eccezione del Ticino. L'esercito di Bourbaki lasciò la Svizzera sei settimane dopo per tornare in Francia.

Circa dieci anni dopo, l'evento fu immortalato da Edouard Castres su di una tela lunga 112 metri. Il panorama circolare Bourbaki, che ritrae l'entrata dell'armata francese a Les Verrières, fu esposto per la prima volta a Ginevra, prima di essere installato nella sua destinazione definitiva a Lucerna nel 1889.

Per celebrare i 150 anni da quello che è tuttora considerato il più ingente arrivo di profughi in Svizzera, Ignazio Cassis ha voluto essere presente su entrambi i lati della frontiera franco-svizzera e ha accompagnato il corteo storico, che è partito dal lato francese a Les Verrières-de-Joux e ha raggiunto Les Verrières sul lato neocastellano.

pl, ats