Svizzera Carovita, Parmelin: «Ognuno dovrebbe chiedersi come può contribuire»

sifr, ats

9.9.2023 - 09:03

Per Guy Parmelin non esiste una soluzione rapida per fronteggiare la perdita di potere d'acquisto. (Immagine d'archivio dello scorso 13 giugno)
Per Guy Parmelin non esiste una soluzione rapida per fronteggiare la perdita di potere d'acquisto. (Immagine d'archivio dello scorso 13 giugno)
Keystone

Il «ministro» dell'economia Guy Parmelin fa appello alla responsabilità delle economie domestiche di fronte all'inflazione, all'aumento dei premi dell'assicurazione malattia e dei prezzi dell'energia.

9.9.2023 - 09:03

A suo avviso, non esiste una soluzione rapida per fronteggiare la perdita di potere d'acquisto.

«Ognuno dovrebbe chiedersi come può contribuire» a limitare i costi, aggiunge il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) in un'intervista pubblicata oggi dal settimanale Schweiz am Wochenende.

Citando l'esempio delle riduzioni dei premi dell'assicurazione malattia, punta il dito contro i Cantoni. «Alcuni Cantoni non hanno sfruttato a sufficienza il loro margine di manovra per attenuare l'impatto dei premi sulla popolazione». Per quanto riguarda le economie domestiche, prosegue il consigliere federale, «possono cambiare cassa e risparmiare».

In merito ai prezzi dell'energia, il democentrista vodese ritiene che i Cantoni e i Comuni abbiano un ruolo da giocare: «Avrebbero il potere di dire: 'Trasferiamo solo una parte dell'aumento dei prezzi sulla popolazione'». Afferma di essere consapevole della necessità di investimenti nel settore energetico, ma i proprietari delle aziende hanno una responsabilità, aggiunge.

sifr, ats