A Bruxelles Cassis ricevuto da re Filippo del Belgio con gli onori militari

fc, ats

24.11.2022 - 17:59

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e il re Filippo del Belgio oggi a Bruxelles
Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e il re Filippo del Belgio oggi a Bruxelles
Keystone

Ignazio Cassis è stato ricevuto oggi a Bruxelles dal re Filippo del Belgio e dalla regina Matilde. Il presidente della Confederazione, accompagnato dalla moglie Paola, è stato accolto a Palazzo Reale con gli onori militari.

fc, ats

24.11.2022 - 17:59

Cassis in seguito ha avuto anche colloqui con le presidenti delle due Camere del Parlamento e con il primo ministro Alexander De Croo. Con quest'ultimo ha discusso di relazioni bilaterali in ambito economico e scientifico, della guerra in Ucraina, dell'approvvigionamento energetico in Europa e della situazione di sicurezza nel Continente, indica un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) pubblicato in serata.

Cassis ha anche evocato la politica europea della Svizzera e le priorità della Confederazione per quel che concerne il suo mandato nel Consiglio di sicurezza dell'ONU. Altri temi trattati durante la visita a Beuxelles sono la formazione e la ricerca nei due Paesi, le relazioni bilaterali e la democrazia diretta.

Domani il consigliere federale si recherà in Vallonia e nelle Fiandre. La visita si concluderà con una serata culturale animata da attori culturali con forti legami sia con la Svizzera che con il Belgio, precisa il DFAE.

Durante la sua visita in Belgio il presidente della Confederazione è accompagnato dalla consigliera nazionale Simone de Montmollin (PLR/GE) e dai «senatori» Céline Vara (Verdi/NE), Marco Chiesa (UDC/TI) e Isabelle Chassot (Centro/FR).

Nel comunicato il DFAE precisa che oggi sono 15'000 i belgi vivono nella Confederazione e 8500 gli svizzeri che risiedono in Belgio. Nel 2021 il volume degli scambi commerciali tra i due Paesi hanno raggiunto 7,8 miliardi di franchi.

Nella nota il dipartimento afferma che i rapporti sono favoriti dal fatto che la Svizzera e il Belgio hanno due lingue nazionali comuni (francese e tedesco).

fc, ats