Governo

Piloti aerei, migliori controlli su stato fisico e psichico

mp, ats

5.3.2021 - 12:15

La tragedia dell'aereo di Germanwings e un atto parlamentare sono all'origine della revisione parziale della legge sulla navigazione aerea
Keystone

Occorre migliorare la valutazione dello stato psichico e fisico di piloti e membri dell'equipaggio mediante l'introduzione di un diritto di informazione e di controlli casuali del tasso di alcolemia.

mp, ats

5.3.2021 - 12:15

È quanto si propone il messaggio adottato oggi dal Consiglio federale sulla revisione parziale della legge federale sulla navigazione aerea (LNA). Stando al relativo disegno di legge, sarà inoltre nuovamente possibile effettuare conversazioni radiotelefoniche in una lingua nazionale.

Alla base della revisione vi sono il recepimento di un atto normativo dell'Unione europea e un intervento parlamentare, indica una nota governativa odierna.

In seguito alla tragedia del 2015 – quando un co-pilota della compagnia aerea Germanwings, mentalmente instabile, si schiantò volutamente contro il costone di una montagna in Francia e nell'impatto perirono 149 persone – a livello europeo sono state adottate misure di sicurezza.

In particolare, sono state introdotte nuove regole per prevenire il possibile abuso di alcolici, con test alcolemici che possono essere svolti in qualsiasi momento e senza indizi di ebrietà su membri dell'equipaggio e controllori del traffico aereo. La revisione parziale della legge sulla navigazione aerea permette inoltre di migliorare la diagnosi precoce di malattie psichiche, sottolinea l'esecutivo.

Grazie alla revisione, i medici di famiglia e specialisti, potranno comunicare al dottore aeronautico accreditato presso l'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) diagnosi e informazioni concernenti possibili malattie acute a livello psichico o fisico di piloti o controllori del traffico aereo. Per svolgere la propria attività lavorativa, questi ultimi devono infatti essere in buone condizioni fisiche e godere di uno stato di salute ineccepibile.

Inoltre, dopo che il Parlamento ha accolto la mozione «Non vietare le lingue nazionali per i voli a vista non commerciali», il principio dell'inglese quale unica lingua delle radiocomunicazioni aeronautiche viene corredato di alcune eccezioni. Nell'ambito dei voli a vista non commerciali (VFR), oltre all'inglese i piloti potranno utilizzare nuovamente una lingua nazionale nelle conversazioni radiotelefoniche.

La nuova normativa dovrebbe entrare in vigore nel marzo 2022.

mp, ats