Governo

CF: sì al miliardo di coesione

ATS

28.9.2018 - 17:27

Ignazio Cassis annuncia passi avanti nelle trattative con l'Ue
Source: KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

Nei negoziati con l'Ue in vista della conclusione di un accordo istituzionale vi sono stati progressi, ma le regole elvetiche riguardanti i lavoratori distaccati europei rappresentano l'ostacolo maggiore alla conclusione delle trattative.

Bruxelles vuole concessioni da Berna su questo aspetto. Per questo, la Confederazione, oltre a continuare le trattative, tenterà ancora di trovare un dialogo con i sindacati, ha detto oggi davanti ai media il ministro degli esteri Ignazio Cassis.

Nel frattempo, quale segnale di buona volontà, il Consiglio federale ha deciso di rinnovare il contributo di coesione a favore dei Paesi Ue per un ammontare di 1,3 miliardi di franchi spalmati su dieci anni. Buona parte di questa somma verrà impiegata nei paesi dell'est europeo per promuovere soprattutto la formazione professionale, mentre una fetta degli 1,3 miliardi di franchi previsti andrà ai paesi del Sud del continente al fine di gestire il problema migratorio.

Il Governo, nel corso della sua seduta odierna, ha anche ribadito che intende continuare a trattare nell'ambito del mandato attuale per raggiungere un'intesa su tutte le questioni aperte, ha precisato il consigliere federale ticinese, sottolineando ancora l'importanza di preservare i provvedimenti a protezione dei lavoratori in vigore in Svizzera.

Tornare alla home page

ATS