Svizzera

Covid: meno casi, ma più morti nell'ultima settimana

nw, ats

6.5.2021 - 17:36

Nella settimana dal 26 aprile al 2 maggio i casi di coronavirus in Svizzera sono diminuiti rispetto ai sette giorni precedenti. Stabili invece i ricoveri e in aumento i decessi, secondo quanto si legge nel rapporto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Immagine illustrativa
KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

nw, ats

6.5.2021 - 17:36

Per la precisione, nella settimana in questione sono stati registrati 11'915 casi, un calo del 18,2% rispetto ai 14'570 della settimana precedente. L'incidenza ha oscillato fra i 93 casi per 100'000 abitanti del Ticino e i 373 di Uri. A livello nazionale il dato è di 169 casi ogni 100'000 abitanti.

In 17 cantoni il tasso d'incidenza è diminuito di oltre il 10%, in 8 cantoni (e nel Liechtenstein) il dato è rimasto piuttosto stabile e solamente in Appenzello Interno è aumentato di oltre il 10%. In Uri, dopo sei settimane con un numero elevato di casi, si è assistito a una diminuzione.

Ricoveri stabili, aumentano i morti

I ricoveri a livello svizzero sono stati 381, contro i 395 dei sette giorni precedenti. Dato che alcune dichiarazioni arrivano in ritardo, c'è da attendersi un dato stagnante, ha spiegato l'UFSP. I decessi fino ad ora dichiarati sono stati 60, in aumento di 16.

I test effettuati – fra PCR e antigenici – sono stati 183'614, un numero pressoché invariato rispetto alla settimana precedente. In calo la quota di positivi ai PCR, passata dal 9,6% all'8,3%, così come quella degli antigenici, scesi dal 5,6% al 4,5%.

Le cifre di oggi

In Svizzera, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 1687 nuovi casi di Covid, secondo l'UFSP. Sono stati segnalati 41 nuovi decessi, mentre 77 persone sono state ricoverate in ospedale.

Nel corso delle ultime 24 ore sono stati trasmessi i risultati di 27'680 test. Il tasso di positività è del 6,09%. Sull'arco di due settimane, il numero totale di infezioni è 23'793. I casi per 100'000 abitanti negli ultimi 14 giorni sono 275,23. Il tasso di riproduzione, che ha un ritardo di una decina di giorni sugli altri dati, si attesta a 0,93.

L'UFSP precisa che oggi sono state aggiornate le cifre di ricoveri e decessi, eliminando le dichiarazioni errate o doppie e integrando quelle tardive relative al periodo da novembre 2020 ad aprile 2021. Pertanto, nel bollettino odierno sono indicate 33 vittime e 17 ospedalizzazioni in più.

Complessivamente 3'160'875 dosi di vaccino sono state consegnate ai cantoni, di cui 2'804'976 sono state somministrate: 954'177 persone hanno già ricevuto una seconda iniezione.

Il confronto con il giorno prima

Ieri la Confederazione aveva annunciato 1795 contagi, giovedì scorso 2066. Dall'inizio della pandemia, 669'067 casi di Covid-19 sono stati confermati in laboratorio su 7'057'364 test effettuati in Svizzera e nel Liechtenstein. In totale si contano 10'110 decessi e il numero di persone ospedalizzate si attesta a 27'782.

Si contano 14'804 persone in isolamento e 23'891 entrate in contatto con loro sono state messe in quarantena. A queste se ne aggiungono 5137 di ritorno da un Paese a rischio e poste a loro volta in quarantena.

In Ticino si sono registrati 62 nuovi casi per un totale di 32'450. Il bilancio delle vittime resta a 991. Nei Grigioni le nuove infezioni sono 37 24 ore (12'955 totali). Si registrano due ulteriori morti: i decessi da febbraio 2020 salgono così a 187.

nw, ats