L'ecologista Fabienne Fischer ampiamente in testa a Ginevra

tb, ats

7.3.2021 - 13:33

Ben cinque degli otto candidati al seggio lasciato libero da Maudet sono di destra.
Keystone

La Verde Fabienne Fischer è ampiamente in testa oggi nel primo turno delle elezioni suppletive al Consiglio di Stato di Ginevra provocate dalle dimissioni di Pierre Maudet. Quest'ultimo è per ora al secondo posto, seguito dal candidato del PLR Cyril Aellen.

tb, ats

7.3.2021 - 13:33

Fischer, ex municipale di Ginevra, gode anche del sostegno dei socialisti. Gli ecologisti sperano di approfittare dell'onda verde per accaparrarsi un secondo seggo nel Consiglio di Stato e far spostare la maggioranza dell'esecutivo a sinistra.

L'altro candidato di sinistra è l'ex municipale Morten Gisselbaek del Partito del lavoro (Parti du Travail), anche se la sua presenza non sembra poter fare ombra a Fischer. Olivier Pahud, iscritto su una lista intitolata Evolution Suisse e annunciatosi all'ultimo minuto, non dovrebbe creare sorprese.

Il PLR punta sull'esperto Cyril Aellen per conservare il seggio lasciato vacante dal suo ex esponente espulso dal partito Pierre Maudet. Il primo partito del Cantone in questa operazione è sostenuto dal PPD (Alleanza del Centro).

L'UDC propone ancora una volta il consigliere nazionale Yves Nidegger, un volto noto delle elezioni all'esecutivo. I Verdi liberali lanciano il consigliere nazionale Michel Matter, mentre Yann Testa difende i colori del PBD.

Un eventuale secondo turno è in calendario per il 28 marzo.

tb, ats