Ginevra: spazi verdi ormai senza pesticidi

ATS

19.11.2019 - 16:03

Anche per il turistico orologio fiorito niente più pesticidi e concimi.
Source: KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

Nella città di Ginevra pesticidi d'ogni tipo e concimi sintetici sono ormai storia. Gli spazi verdi pubblici, dai parchi ai cimiteri, per complessivi 330 ettari, quasi il 20% della superficie del capoluogo, sono gestiti esclusivamente con metodi biologici.

L'obiettivo «zero prodotti fitosanitari» è stato raggiunto due anni prima del previsto e a costi immutati, ha dichiarato in una conferenza stampa il municipale Guillaume Barazzone (PPD), responsabile del dicastero ambiente urbano. Gli insetticidi sono stati abbandonati nel 2017, gli erbicidi un anno dopo e, ora, anche fungicidi e concimi sono banditi. Il passaggio al biologico ha un triplo obiettivo: ridurre l'inquinamento e i rischi per la salute dell'uomo nonché favorire la biodiversità.

I responsabili del progetto hanno sottolineato l'importanza dell'evoluzione delle mentalità per garantirne il successo. «La visione della popolazione da qualche anno è cambiata: le erbacce nel pavé sono più tollerate», ha sostenuto Jean-Gabriel Brunet, del Servizio comunale degli spazi verdi. I cittadini devono essere disposti ad esempio a passeggiare in prati con fiori ed erbe di diverse specie e non in prati inglesi.

Per favorire la biodiversità, la città ha adottato altre misure: i camminamenti asfaltati hanno lasciato il posto a passaggi con un rivestimento argilloso-calcareo che favorisce l'infiltrazione dell'acqua, alcuni prati non sono più falciati meccanicamente ma pascolati da pecore, e sono stati istallati nidi artificiali.

Tornare alla home page

ATS