Ginevra

Il Consiglio federale stenderà il tappeto rosso anche per Putin?

Di Gil Bieler e Philipp Dahm, Ginevra

16.6.2021

Vladimir Putin in arrivo a Ginevra a fine mattinata.
Vladimir Putin in arrivo a Ginevra a fine mattinata.
KEYSTONE

Joe Biden è già arrivato, Vladimir Putin lo farà a fine mattinata: a Ginevra oggi tutto ruota intorno al vertice Stati Uniti-Russia. Come si svolgerà la giornata, una panoramica di cosa aspettarsi - e di cosa non aspettarsi.

Di Gil Bieler e Philipp Dahm, Ginevra

16.6.2021

L'atmosfera era «cordiale» a Ginevra quando Joe Biden ha scambiato le sue opinioni con il presidente della Confederazione Guy Parmelin e il ministro degli esteri Ignazio Cassis nel tardo pomeriggio di martedì. I due consiglieri federali lo hanno raccontato nella successiva conferenza stampa. Con solo mezz'ora di tempo da passare con l'inquilino della Casa Bianca, tuttavia, molti argomenti non hanno potuto essere messi sul tavolo.

Ciò mostra una cosa: la Svizzera può essere il Paese ospitante, ma Biden ha una ragione completamente diversa per venire a Ginevra: l'incontro al vertice con il presidente russo Vladimir Putin previsto per oggi, mercoledì. E questo incontro difficilmente sarà «cordiale». Entrambi i capi di Stato concordano sul fatto che le relazioni russo-americane hanno raggiunto un punto basso.

Biden risiede in una fortezza

Il presidente degli Stati Uniti non è apparso davanti ai media martedì. Il 78enne ha preferito rimanere nell'Hotel Intercontinental, strettamente sigillato, dove il suo entourage alloggia durante la sua visita a Ginevra.

Le misure di sicurezza intorno al complesso alberghiero sono imponenti: le strade di accesso sono chiuse, ogni auto in arrivo è controllata a fondo, anche con cani che fiutano gli esplosivi. Quando i due reporter di «blue News» si sono avvicinati troppo al posto di blocco, sono stati immediatamente respinti, in dialetto bernese.

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin accompagna il presidente statunitense al suo arrivo all'aeroporto di Ginevra
Il presidente della Confederazione Guy Parmelin accompagna il presidente statunitense al suo arrivo all'aeroporto di Ginevra
KEYSTONE

Come sarà accolto Putin?

Putin arriverà a Ginevra solo oggi, mercoledì, e anche lui parlerà con Parmelin e Cassis. Se i due consiglieri federali stenderanno il tappeto rosso anche per il leader del Cremlino - come hanno fatto per Biden il giorno prima - resta da vedere. Si spera di poter parlare con Putin dei conflitti in Ucraina e nella regione del Nagorno-Karabakh, ha detto Cassis.

Putin dovrebbe atterrare in mattinata, e dalle 13.35 avrà luogo l'atteso vertice tra Biden e Putin. La Villa La Grange che si affaccia sul lago era già assediata martedì da rappresentanti dei media di tutto il mondo, che hanno riportato tutto ciò che si poteva osservare da lontano, perché il parco intorno alla villa è ermeticamente sigillato e protetto, quindi in realtà c'è ben poco da vedere.

Il recinto di filo spinato, i numerosi agenti di polizia appostati e il rombo degli elicotteri che volteggiano nel cielo rendono comunque chiaro a tutti che non si tratta di un incontro banale.

Non è un'esagerazione: tutto il mondo sta guardando Ginevra. Sulla tribuna stampa di fronte all'ingresso del parco, i giornalisti hanno parlato alle telecamere in una grande varietà di lingue. Oggi è probabile che anche l'ultimo posto disponibile nell'area riservata ai media sarà occupato.

La polizia di Ginevra ha rilasciato un comunicato mercoledì mattina su ciò che il vertice significherà per il traffico in città. I convogli dei presidenti saranno scortati dalla polizia cantonale fino al luogo dei colloqui, ma non è stato detto esattamente quando. Solo questo: «All'ora di pranzo» su «una vasta area» tra l'aeroporto e il Quai Wilson, compresa l'autostrada A1, il traffico sarà significativamente limitato. La stessa procedura sarà ripetuta la sera, dopo la fine del summit, prevista tra le 17h e le 18h.

Un disgelo inatteso?

Nonostante le relazioni tra le due potenze siano pessime, non ci si aspetta nessuna svolta al vertice. Entrambe le parti hanno già smorzato le aspettative. Ma vogliono comunque parlare tra loro per quattro o cinque ore, fino alle 17h00 almeno.

Biden ha annunciato di voler sollevare questioni sgradevoli e mostrare a Putin le «linee rosse» che il leader del Cremlino non deve oltrepassare. Allo stesso tempo, però, vuole sondare dove la cooperazione è possibile.

Mosca, a sua volta, ha detto che non è sicura se ci sarebbe stato «qualche accordo». Una dichiarazione congiunta dei due non è stata annunciata, piuttosto Putin e Biden vogliono apparire individualmente davanti ai media.

Ma chissà: forse le alte temperature estive di Ginevra faranno la loro parte per scongelare le relazioni tra i due capi di Stato. Ci sarebbe probabilmente ancora tempo per un drink insieme, In serata i due dovrebbero già iniziare il loro viaggio verso casa.