Covid

In Svizzera contagi stabili, lieve aumento dei ricoveri

SDA / Red

6.12.2022 - 17:29

Nella settimana in cui la campagna vaccinale d'autunno in Ticino si avvicina al termine, i contagi complessivi nel Paese segnano un lieve calo. Le ospedalizzazioni sono però leggermente aumentate.

Immagine simbolica.
Immagine simbolica.
KEYSTONE/Salvatore Di Nolfi

SDA / Red

6.12.2022 - 17:29

Negli ultimi sette giorni sono stati registrati 18'588 casi di Covid in Svizzera, 485 in meno dei 19'073 comunicati la settimana scorsa. Lo ha fatto sapere martedì l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

I morti sono 18, due in meno dei 20 annunciati una settimana fa.

La situazione negli ospedali e nei laboratori

Le ospedalizzazioni si attestano a 397, 28 in più delle 369 di martedì scorso. In cure intense ci sono 634 persone. I pazienti Covid occupano il 5,80% dei posti disponibili in terapia intensiva, con un tasso d'occupazione del 76,30%.

Nell'ultima settimana sono stati trasmessi i risultati di 68'058 test, indica l'UFSP. Il tasso di positività è del 27,3%, contro il 28% della scorsa settimana.

Maggiori informazioni e grafici sono disponibili sul sito web della Confederazione.

Alti livelli di immunità?

Ricordiamo che venerdì il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, in una conferenza stampa aveva detto che «si stima che il 90% della popolazione mondiale abbia raggiunto una qualche forma di immunità al virus SarsCoV2 o in seguito a precedenti infezioni o per la vaccinazione. Di conseguenza siamo vicini a dire che la fase di emergenza della pandemia di Covid-19 sia finita, ma non è ancora finita».

Sono perciò ancora necessari, ha aggiunto, sorveglianza, test, sequenziamento e vaccinazioni: «interrompere queste attività – ha rilevato – significa creare le condizioni perfette che potrebbero portare all'emergere di una nuova variante in grado di causare una mortalità significativa».

SDA / Red