Votazioni federali

Iniziativa burqa: risultato incerto, non c'è una tendenza

hm, ats

7.3.2021 - 12:18

epa07764251 A protester wearing a niqab demonstrates against the burqa ban in The Hague, Netherlands, 09 August 2019. During the campaign, niqabs comparable to burqas were distributed. Dutch burqa ban came into force on 01 August 2019. The Netherlands joins a number of other European nations in implementing the controversial law. EPA/NIELS WENSTEDT
Immagine d'illustrazione
KEYSTONE

Si presenta incerto l'esito dell'iniziativa contro la dissimulazione del viso, uno dei tre argomenti nazionali in votazioni oggi. Stando all'istituto demoscopico Gfs.berna i risultati disponibili non permettono di delineare ancora una tendenza.

hm, ats

7.3.2021 - 12:18

Lanciata del comitato di Egerkingen – già all'origine dell'iniziativa contro i minareti, approvata dal popolo nel 2009 con io 57,5% di sì – e sostenuta dall'UDC nonché da esponenti di altri partiti, anche di sinistra – l'iniziativa mira a vietare il velo integrale su suolo pubblico (burqa e niqab).

È però anche rivolta esplicitamente contro l'occultamento del viso anche in altri ambiti, come durante le manifestazioni.

Ticino e San Gallo hanno già una normativa

Il Ticino – come San Gallo – ha già una normativa in materia. Anche altri cinque paesi europei: Francia, Belgio, Austria, Bulgaria e Danimarca – hanno vietato l'uso di burqa e niqab, considerato un abito che simboleggia l'oppressione delle donne.

Per il governo e il parlamento il testo è invece è eccessivo. Il velo integrale viene infatti considerato un fenomeno marginale in Svizzera, dove le donne che portano il niqab in pubblico sono molto spesso turiste dei paesi del Golfo.

Per contrastare l'iniziativa esecutivo e parlamento hanno adottato un controprogetto indiretto volto a introdurre l'obbligo di mostrare il proprio viso ai rappresentanti delle autorità per essere identificati. La proposta entrerà in vigore solo se l'iniziativa sarà bocciata.

hm, ats