Sudafrica

La Svizzera rende omaggio alla memoria di Desmond Tutu

ch, ats

26.12.2021 - 15:02

Per la morte dell'arcivescovo Desmond Mpilo Tutu, anche la Svizzera "si unisce al Sudafrica e alla comunità internazionale nel rendere omaggio alla memoria di un uomo che non ha mai smesso di lottare per il rispetto universale dei diritti umani e della dignità umana".
Per la morte dell'arcivescovo Desmond Mpilo Tutu, anche la Svizzera "si unisce al Sudafrica e alla comunità internazionale nel rendere omaggio alla memoria di un uomo che non ha mai smesso di lottare per il rispetto universale dei diritti umani e della dignità umana".
Keystone

Per la morte dell'arcivescovo Desmond Mpilo Tutu, anche la Svizzera «si unisce al Sudafrica e alla comunità internazionale nel rendere omaggio alla memoria di un uomo che non ha mai smesso di lottare per il rispetto universale dei diritti umani e della dignità umana».

ch, ats

26.12.2021 - 15:02

Lo scrive oggi il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). La Svizzera ha fornito due esperti alla Commissione per la verità e la riconciliazione (TRC), incaricata di voltare la pagina del periodo dell'apartheid e presieduta da Desmond Tutu. L'avvocato bernese Daniel Züst e l'insegnante ginevrino Alain Sigg hanno lavorato per la commissione rispettivamente per quattordici e sei mesi.

Nel 1998, il professor Alain Sigg vedeva il lavoro della commissione come un'opportunità per il Sudafrica di riscrivere la sua storia. Le audizioni hanno portato alla luce elementi che non esistono in nessun documento ufficiale, ha spiegato all'epoca.

La TRC, creata nel 1995, mise luce le atrocità commesse durante i decenni di repressione da parte dei bianchi. Il perdono fu accordato a chi, fra i responsabili di quelle atrocità, avesse confessato tuttà la verità, al fine di offrire una forma di riparazione morale ai familiari delle vittime.

ch, ats