Legge CO2: verso bocciatura 51%, proiezione

mh, ats

13.6.2021 - 13:23

C'è grande attesa per l'esito della votazione
Keystone

Anche stando a una seconda proiezione dell'istituto gfs-bern per la SRG SSR, la Legge sul CO2 sarebbe bocciata con il 51% dei voti. Il margine d'errore è però sceso a +/-2 punti percentuali, rispetto ai 3 della prima proiezione.

mh, ats

13.6.2021 - 13:23

I risultati parziali di diversi cantoni cominciano a delineare un fossato fra città e campagna. Se i cantoni più urbani sembrano tendenzialmente sostenere il testo, quelli più rurali, più numerosi, potrebbero far pesare il no sulla bilancia dei risultati.

A Ginevra, la legge ha ottenuto il 61,2% di voto favorevoli dopo lo spoglio del 95% delle schede. A Zurigo, i primi risultati parziali danno il «sì» al 51,3%. A Basilea Città, il 66% dei voti finora scrutinati sostiene l'oggetto.

Il «no» sta invece emergendo nel canton Vaud (50,5%), in Vallese (61,7%), a Friburgo (61,6%), a Neuchâtel (58,3%), ad Argovia (60%) e a Turgovia (63%).

Nulla è però ancora deciso, secondo Lukas Golder, direttore di gfs.bern, intervenuto su SRF. La campagna sulle iniziative agrarie sembrano aver messo in ombra il dibattito su questo tema, e gli argomenti finanziari presentati dagli oppositori possono aver fatto pendere la bilancia, ha rilevato l'esperto.

La normativa ha come obiettivo il dimezzamento, entro il 2030, dei gas a effetto serra emessi dalla Svizzera rispetto al 1990. Si basa in gran parte sul principio «chi inquina paga», con una ridistribuzione alla popolazione e alle imprese della maggior parte delle imposte riscosse.

mh, ats