Mercato immobiliare

Prezzi alle stelle: appartamenti due volte più cari rispetto al 2007

tsch

18.10.2018

Gli svizzeri interessati a comprare casa sono costretti a sborsare somme sempre più elevate: i prezzi degli immobili sono aumentati considerevolmente dal 2007, soprattutto nelle regioni lacustri.
Gli svizzeri interessati a comprare casa sono costretti a sborsare somme sempre più elevate: i prezzi degli immobili sono aumentati considerevolmente dal 2007, soprattutto nelle regioni lacustri.
Keystone

In Svizzera diventa sempre più difficile comprare casa. Dal 2007 i prezzi del mercato immobiliare sono addirittura raddoppiati in alcune zone. Un rapporto sull'argomento svela quali siano attualmente le regioni più toccate da questo aumento dei prezzi.

Zurigo è la città più cara della Svizzera: sul posto gli alloggi possono costare fino a 13'000 franchi al metro quadrato, il 97% in più rispetto al 2007. Ma i prezzi del mercato immobiliare hanno conosciuto un forte aumento anche in altre regioni, come svela un rapporto, pubblicato di recente, stilato dall'ETH di Zurigo e dal portale Comparis.

I prezzi dei beni immobili nelle zone lacustri hanno subito un aumento particolarmente importante. Nove delle dieci regioni maggiormente interessate da questo fenomeno dal 2007 ad oggi sorgono in prossimità di un lago. Se si procede ad una comparazione sul lungo periodo, si può quindi constatare che, a parte Zurigo, i prezzi degli alloggi sono esplosi nel distretto di Horgen (Zurigo) (+ 89%), nel Canton Nidvaldo (+ 82%) così come a Neuchâtel (+ 80%). «Le regioni situate sulle sponde del lago di Zurigo sono sempre molto ambite e quindi molto care. In queste zone non si prevede alcuna diminuzione dei prezzi in un prossimo futuro», afferma l'esperta Nina Spielhofer, della piattaforma Comparis, a «20 Minuten».

Top 10 dei distretti maggiormente interessati dall'aumento dei prezzi degli immobili dal 2007 al 2018

ETH Zürich / comparis.ch

Tuttavia, anche nei distretti meno colpiti dall'aumento dei prezzi, i costi di case e appartamenti sono aumentati del 23% negli ultimi undici anni. Solo il distretto vallesano di Goms, dove i prezzi sono diminuiti del 2% nello stesso periodo, è diventato più abbordabile. «Dato lo scarso rendimento di altre categorie di investimento, soprattutto gli investitori istituzionali, continuano a impiegare massicciamente capitali nell'immobiliare. A prima vista, sembrerebbe che si privilegino i distretti con i prezzi più bassi», spiega Didier Sornette, professore in rischio d'impresa all'ETH di Zurigo.

Questa mappa interattiva fornisce una panoramica dell'evoluzione dei prezzi d'acquisto di case e appartamenti fra il 2007 e il 2017.

Tuttavia i prezzi non continueranno ad aumentare allo stesso ritmo, spiegano gli autori del rapporto. «Dall'anno scorso, in cui è stata condotta questa analisi a lungo termine, l'aumento dei prezzi è fondamentalmente rallentato», assicura Nina Spielhofer. Infatti i prezzi di vendita nel distretto di Lebern (Soletta) sono diminuiti del 15% dal 2017. Anche nei distretti di Moësa e di Imboden (Grigioni), i prezzi degli immobili sono diminuiti di più del 10% rispetto all'anno scorso.

Top 10 dei distretti con gli appartamenti più cari

ETH Zürich / comparis.ch

Secondo lo studio, gli alloggi più cari si trovano a Zurigo (13'000 franchi al metro quadrato) e nei comuni di Horgen (11'750 franchi) e Meilen (11'250 franchi), entrambi situati sulle sponde del lago di Zurigo. I beni immobili meno cari della Svizzera, invece, si trovano nel Canton Neuchâtel, dove i prezzi sono di 3250 franchi al metro quadrato, cioè un quarto del prezzo richiesto a Zurigo. Anche nel Canton Vallese (3500 franchi) e nel Canton Berna (3750 franchi), comprare casa è decisamente meno costoso.

Questo rapporto si basa sull'analisi dei prezzi nel corso degli ultimi undici anni e su più di 1,5 milioni di annunci immobiliari (case e appartamenti) reperiti grazie al motore di ricerca di beni immobili di comparis.ch.

Vivere all'interno di un ponte ferroviario

100'000 chilometri in roulotte attraverso gli Stati Uniti

Tornare alla home page