Primo Agosto, Parmelin: «I valori di ieri sono quelli di domani»

ats

31.7.2021 - 18:30

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin, in occasione della Festa nazionale, ha parlato dei valori della Svizzera. Immagine d'archivio.
Keystone

La Svizzera è diventata quello che è grazie al duro lavoro, al coraggio, alla fiducia e all'aiuto reciproco.

ats

31.7.2021 - 18:30

Parola del presidente della Confederazione Guy Parmelin il quale, nel suo discorso tenuto a Herzogenbuschsee (BE) per il primo di agosto – il primo dei quattro previsti -, ha sottolineato che questi valori sono anche quelli cui dovrebbe orientarsi la Svizzera per il futuro

Questa ricetta ha dato prova di sé per 730 anni, ha poi aggiunto Parmelin, ricordando di essere vicino a tutti coloro che sono stati scombussolati dalla pandemia e ringraziando tutti quelli che, del tutto spontaneamente e disinteressatamente, si sono presi cura dei vicini.

Parmelin non ha mancato di ricordare anche il maltempo che ha flagellato la Svizzera negli ultimi giorni, dicendosi ammirato per la solidarietà e l'impegno della popolazione. Valori che vanno sottolineati in un'occasione come questa in cui la Svizzera riflette sui propri valori e mostra il proprio orgoglio, ha puntualizzato.

«La popolazione può essere felice e orgogliosa»

Parlare di orgoglio può sembrare, ha continuato Parmelin. Gli Svizzeri non sono abituati a parlarne e, quando lo fanno, tendono ad essere discreti. Ma dalle molte conversazioni con la gente, «so che la popolazione può essere felice ed orgogliosa».

Come presidente della Confederazione, Parmelin ha potuto ammirare come Ginevra abbia ben organizzato l'incontro tra Joe Biden e Vladimir Putin. Il paese può anche essere felice e orgoglioso della sua nazionale di calcio per la prestazione offerta ai campionati europei. Anche le Olimpiadi in corso rappresentano una fonte di orgoglio.

Purtroppo, gli alti e bassi della pandemia impediscono anche alla Svizzera di guardare con serenità al futuro. Tutti speravano che il peggio fosse alla spalle e, con esso, il difficile periodo di restrizioni alle nostre libertà fondamentali, ha ammesso il Presidente della Confederazione.

Il compito dei politici, ha aggiunto, è quello di mantenere coeso il paese, infondere fiducia e suscitare entusiasmo. Come presidente della Confederazione, la coesione mi sta particolarmente a cuore.

Dopo Herzogenbuchsee, Parmelin parlerà sabato sera a Villars-sur-Ollon, nel canton Vaud, dove è nato e cresciuto. Domenica so sposterà a Bouloz (FR) e domenica sera sarà a Losanna.

ats