Sì a una tassa sui biglietti aerei per i passeggeri

ATS

19.9.2019 - 15:12

Jürg Grossen può sorridere: la sua mozione volta a introdurre una tassa per i biglietti aerei è stata accolta dal Nazionale
Source: KEYSTONE/MELANIE DUCHENE

In futuro, i passeggeri dovrebbero pagare una tassa per i loro viaggi in aereo. Con 112 voti contro 61 e 10 astenuti, il Nazionale ha accolto una mozione in tal senso di Jürg Grossen (Verdi liberali/BE). Gli Stati devono ancora esprimersi.

La Commissione dell'ambiente della Camera dei cantoni ha già proposto di integrare questo balzello nella revisione della legge sul CO2.

Il Verde liberale bernese si è detto preoccupato del ritardo accumulato dalla Svizzera in materia di protezione del clima. Sui voli internazionali, le compagnie aeree non pagano imposte sugli oli minerali e sul cherosene, e i passeggeri non pagano l'IVA sui biglietti aerei.

Dopo il suo rinvio nel dicembre scorso, la revisione totale della legge sul CO2, che verrà discussa la prossima settimana dal Consiglio degli Stati, prevede una tassa sui biglietti aerei. Essa sarà compresa fra i 30 e i 120 franchi, tranne per i viaggiatori in transito. La tariffa sarebbe inoltre più elevata per i voli a lunga percorrenza.

Tornare alla home page

ATS