Al secondo turno, a Soletta il PLR soffia un seggio al PPD

fc, ats

25.4.2021 - 15:22

Foto di gruppo del nuovo esecutivo solettese, da sinistra: Peter Hodel (PLR), Remo Ankli (PLR), Susanne Schaffner (PS), Brigit Wyss (Verdi) e Sandra Kolly-Altermatt (PPD)
Keystone

Raddoppio del PLR a Soletta: al secondo turno delle elezioni al Consiglio di Stato, i liberali-radicali hanno soffiato un seggio al PPD che deve così accontentarsi di un solo mandato. Nulla da fare invece per l'UDC.

fc, ats

25.4.2021 - 15:22

Dopo che il 9 marzo erano stati riconfermati in Governo i tre membri uscenti – Remo Ankli (PLR), Brigit Wyss (Verdi) e Susanne Schaffner (PS), rimanevano da eleggere ancora due consiglieri di Stato. Tutti e quattro i candidati – 2 del PPD, 1 a testa per PLR e UDC – che non erano stati eletti al primo turno, si sono ripresentati oggi.

Due poltrone del PPD erano vacanti dopo che Roland Fürst e Roland Heim avevano deciso di non ricandidarsi. Al primo turno la presidente del partito Sandra Kolly-Altermatt era giunta quarta e il parlamentare Thomas A. Müller quinto. Quest'ultimo era tallonato dal granconsigliere del PLR Peter Hodel, mentre molto più staccato era arrivato il collega democentrista Richard Aschberger.

Oggi gli elettori hanno eletto Kolly-Altermatt e Hodel, con rispettivamente 35'472 e 25'772 voti. In questo modo il PLR ha riconquistato il secondo seggio in Consiglio di Stato perso nel 2017. Nulla da fare invece, seppur di poco, per Müller, che ha ottenuto 24'487 preferenze.

Da parte sua, l'UDC dovrà ancora attendere prima di poter accedere nella «sala dei bottoni»: il suo candidato ha ottenuto solo 21'431 voti. Per i democentristi si trattava del sesto tentativo di entrare per la prima volta nel governo solettese.

Da notare, infine, che, con l'elezione di tre donne, l'esecutivo solettese è per la prima volta a maggioranza femminile. La partecipazione al voto è stata 34,9 %. Il Consiglio di Stato è ora composto da 2 PLR e un seggio ciascuno per PPD, PS e Verdi.

Per quanto riguarda la forza dei vari partiti in Gran Consiglio, il 7 marzo il PLR ha conquistato 22 seggi (-4), l'UDC 21 (+3), il PS 20 (-3), il PPD pure 20 (-), i Verdi 10 (+3), i Verdi liberali 6 (+3) e il PEV 1 (-). Dal canto suo, il PBD, che aveva ottenuto due seggi quattro anni fa, non ha presentato candidati.

fc, ats