«Per me il Ringtone Rave è come giocare in casa»

Marius Schlegel

29.10.2021

R.EK ha mixato alla première del Ringtone Rave di Swisscom.
R.EK ha mixato alla première del Ringtone Rave di Swisscom.
George Eberle

Sabato è andato in scena il primo Ringtone Rave di Swisscom. Il musicista R.EK ha suonato dal vivo sul palco dello Schüür di Lucerna. Nell’intervista ci svela i suoi momenti salienti della serata e perché arte e riciclaggio non sono due mondi separati.

Marius Schlegel

29.10.2021

Sabato si è svolto il primo Ringtone Rave di Swisscom della storia presso la sala per concerti Schüür di Lucerna. Quattro artisti hanno mixato dal vivo vecchie suonerie di cellulari, unendo nostalgia e moderni sound elettronici.

Partecipare significava anche aver fatto qualcosa di buono, perché i biglietti sono stati forniti solo a chi aveva precedentemente donato un vecchio cellulare in uno Swisscom Shop per l’iniziativa Mobile Aid. I dispositivi restituiti negli Swisscom Shop verranno ripristinati e venduti oppure riciclati. L’iniziativa aiuta quindi anche l’ambiente.

Sabato, tra i partecipanti c’era anche il musicista zurighese R.EK. Abbiamo voluto chiedere direttamente a musicisti e DJ come è andata la prima edizione del Ringtone Rave.

R.EK, lo scorso fine settimana hai suonato dal vivo alla première dello Swisscom Ringtone Rave – com’è andato lo show?

Sono stato molto contento che Swisscom mi abbia chiesto di partecipare. Ho apprezzato molto il fatto che l’evento si sia svolto a Lucerna e non in una grande città. È stato evidente da subito che i presenti hanno partecipato con grande consapevolezza. Il pubblico era totalmente coinvolto e l’atmosfera fantastica! Una prima riuscita per il Ringtone Rave. Se si riuscirà a far registrare il tutto esaurito per il prossimo show, questo formato diventerà leggendario!

L’obiettivo del formato era anche quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul riutilizzo dei vecchi telefoni cellulari. L’evento è stato d’aiuto?

Le persone della mia cerchia hanno appreso dell’esistenza di Mobile Aid dal mio impegno nel Ringtone Rave. Capita di avere dei cellulari tra i piedi per anni e all’improvviso ci si rende conto di poterli donare per una buona causa. Nel frattempo, molti hanno donato i loro apparecchi. Alcuni di loro hanno rinunciato al biglietto per il rave perché la data non andava bene, ma alla fine ciò che conta è aumentare la consapevolezza sul riutilizzo e il riciclaggio dei cellulari in Svizzera e raccogliere donazioni per i bambini in difficoltà.

Qual è stato il momento clou della serata?

Sono tornato sul palco dal vivo per la prima volta dall’inizio della pandemia e ho presentato il mio nuovo live set. Negli ultimi 18 mesi ho prodotto molte novità e investito tempo nella qualità del sound. Per il Ringtone Rave ho collaborato con Tim Engelhardt, un produttore tedesco, per il mix e le regolazioni di precisione. Così la serata è stata una prima volta non solo per Swisscom, ma anche per me. E il pubblico sembra apprezzare il nuovo set!

Il live mix di vecchie suonerie è stato una sfida per te?

In molte delle mie produzioni lavoro con suoni che percepisco nella vita di tutti i giorni. Quindi il compito di inserire nel mio mix delle vecchie suonerie di cellulare è stato come giocare in casa per me. Le suonerie sono integrate nei miei pezzi in modo da non essere percepite in quanto tali. All’inizio non sono riconoscibili, il suono è moderno e si adatta al mio stile. Sarebbe stato più difficile se avessi dovuto usare le melodie per intero. Sarebbe stato come trovarsi in un negozio di giocattoli. (ride)

Qual è il tuo rapporto con i vecchi cellulari? Ne hai ancora alcuni in qualche cassetto?

Cerco di usare i miei cellulari il più a lungo possibile. Il mio smartphone ce l’ho da cinque anni buoni. Quando acquisto un nuovo cellulare, ne scelgo uno che ottenga risultati eccellenti in termini di durevolezza e resistenza nei test indipendenti. I vecchi cellulari li consegno ad altre persone o li dono. So per esperienza personale che in altri paesi la gente trova sempre un nuovo impiego per i nostri vecchi cellulari.

Hai imparato qualcosa dal Ringtone Rave?

Ho capito che riciclaggio e arte sono concetti molto simili. Soprattutto noi artisti facciamo spesso ricorso al vecchio materiale musicale per creare qualcosa di nuovo. Inoltre, mi ha fatto piacere constatare che anche grandi aziende come Swisscom si impegnano per la sostenibilità. Nella vita privata metto in pratica quello che posso fare: mi servo degli oggetti finché non si rompono, riciclo quello che funziona o trovo un nuovo utilizzo per le cose. Per esempio, bevo il mio caffè in vecchi vasetti di marmellata! (Alza il bicchiere di caffè) Per questo sono particolarmente felice che Swisscom collabori con il mondo dalla vita notturna per questo evento. Questa iniziativa mi ha sorpreso e mi ha fatto un piacere enorme!


Informazioni sul blog sostenibilità

Qui i collaboratori ed esperti di Swisscom forniscono consigli attuali per uno stile di vita sostenibile e per un uso competente dei nuovi media. Presentiamo aziende e tecnologie che offrono soluzioni innovative per le sfide sociali ed ecologiche dei nostri tempi. Il portale «blue News» è un’unità aziendale di Swisscom (Svizzera) SA.

Nel team CR di Swisscom, Marius Schlegel è esperto in servizi ecologici, Mobile Aid e politica energetica e climatica.
Swisscom