Tod's evita la moda competitiva

CoverMedia

1.12.2017 - 13:35

(Cover) - IT Fashion - Per Tod's la differenza tra qualità e fashion è essenziale.

Il marchio italiano è famoso per le sue scarpe di lusso e la pelletteria raffinata, mostrata per la prima volta in passerella dall’ex direttore creativo donna Alessandra Facchinetti nel 2013.

Ma come spiega il direttore finanziario Emilio Macellari, in seguito ad una evoluzione personale dell’etichetta, Tod's oggi sta cercando di allontanarsi dal mainstream.

«Tod’s è sinonimo di qualità e stile di vita italiano, non fashion», ha dichiarato Macellari a Footwear News.

«Oggi il fashion è disponibile da numerosi player e noi non vogliamo far parte di questo competitivo gruppo. Abbiamo cercato di creare oggetti alla moda lavorando con Alessandra Facchinetti, ma secondo il feedback del mercato non è quello che chiede un cliente Tod’s».

Nonostante le diminuzioni dei ricavi e della redditività nel primo semestre del 2017, il CFO è «tranquillo» all’idea che il mercato risulti a portata di mano, attirando l'attenzione sui prodotti esauriti nel catalogo primavera/estate. Secondo il businessman, questo successo è dovuto ai «prodotti meno complicati» rispetto a quelli creati dalla Facchinetti, e nota che molti dei nuovi elementi si concentrano più sul patrimonio di Tod's.

«La nostra idea è di mantenere all'interno della collezione questi tipi di prodotti più iconici con meno esposizione ai trend», spiega Macellari.

Cover Media

Tornare alla home page

CoverMedia