Un piano in tre fasi per rilanciare il turismo in Svizzera

fc, ats

1.9.2021 - 13:54

Nel 2020 la pandemia ha avuto un forte impatto sul turismo internazionale
Immagine d'illustrazione
KEYSTONE/DPA/UWE ANSPACH

Un Recovery Plan per rilanciare il turismo svizzero, in difficoltà a causa della crisi pandemica. Lo ha adottato oggi il Consiglio federale. La prima misura consiste nello stanziamento di 30 milioni supplementari per il prossimo biennio da impiegare per stimolare la domanda.

fc, ats

1.9.2021 - 13:54

Il settore – in particolare il turismo urbano e d'affari e le destinazioni con un forte orientamento internazionale – è stato duramente colpito dalla pandemia.

Lo scopo del Recovery Plan è «accompagnare e sostenere la ripresa del settore in modo mirato, consentendo così al turismo svizzero nel suo insieme di uscire rafforzato dalla crisi», indica il governo.

Tre fasi

Il programma prevede tre fasi. La prima consiste in fondi supplementari per 30 milioni di franchi che saranno destinati alla promozione della domanda per il periodo 2022-2023. Venti milioni verranno impiegati per le attività di marketing di Svizzera Turismo, i restanti dieci per il sostegno finanziario ai partner turistici. Tra gli scopi principali ci sono la riconquista degli ospiti stranieri e il rafforzamento dello sviluppo del turismo sostenibile.

La seconda fase, tra il 2023 e il 2026, prevede l'innalzamento dal 50 al 70% del tetto massimo del limite dei contributi federali ai progetti Innotour. Ciò dovrebbe permettere al settore di implementare e lanciare innovazioni. Per l'attuazione di questa misura, che dovrebbe essere dotata di 20 milioni di franchi, è tuttavia necessario procedere con una modifica legislativa.

Con la terza misura, la Nuova politica regionale riceverà un finanziamento supplementare di 10 milioni di franchi per la promozione di progetti relativi al periodo 2020-2023.

Più in generale, il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) sta preparando un aggiornamento della strategia del turismo della Confederazione. Dovrebbe essere pronto entro fine anno.

Uno dei suoi punti principali è l'ampliamento della promozione degli investimenti federali. Lo scopo è modernizzare e rafforzare gli investimenti della Società svizzera di credito alberghiero e la Nuova politica regionale.

fc, ats