Ellen Pompeo: duro attacco a Woody Allen

CoverMedia

8.1.2018 - 13:13

Covermedia

La star di Grey’s Anatomy muove delle gravi accuse contro il regista, riferendosi alla sua presunta «ossessione per le minorenni».

Tweet al vetriolo da parte di Ellen Pompeo all’indirizzo di Woody Allen.

La star di Grey’s Anatomy ha accusato il regista hollywoodiano di razzismo per non aver mai scritturato degli attori di colore nei suoi film e ha rincarato la dose in riferimento al matrimonio con Soon-Yi Previn e ai presunti abusi sessuali, denunciati dalle figlia adottiva Dylan Farrow.

«Non ho letto personalmente i suoi diari, ma per me c’è nulla di nuovo», ha detto la Pompeo riguardo all’«ossessione per le minorenni» raccontata da Allen nei suoi diari segreti, letti e pubblicati da un giornalista su HelloGiggles.

«Ha sposato sua figlia… la gente vede quello che vuole vedere, ma è davvero difficile non capire chi sia davvero questo uomo folle», ha aggiunto. «E mentre ci siamo, volevo ricordarvi che questa persona ha fatto fuori e non ha mai scritturato degli attori di colore in nessuno dei suoi film. E che ne pensate degli attori ispanici o asiatici? Ah già le asiatiche vanno bene per lui solo per essere molestate? Voi mi conoscete, quando parto non mi fermo».

Ellen, in risposta a un utente che le ha fatto notare come sia da distinguere «la persona dal professionista», ha ricordato come molte star abbiano preso le distanze da vari registi e produttori (Weinstein in primis), «dimenticandosi» dei misfatti di Woody e continuando a lavorare per lui.

«Un gruppo di donne nere ha accusato Bill Cosby di orrendi crimini, ma non ho visto nessun hashtag a difesa di queste ragazze», ha scritto la star riferendosi alla campagna Time’s Up lanciata sui social contro gli abusi e le molestie. «Avevamo bisogno di un gruppo di donne bianche e famose per far svegliare la gente. Questo si chiama razzismo».

Tornare alla home page

CoverMedia