Ellen Pompeo si scusa per aver difeso Harvey Weinstein

CoverMedia

24.4.2020 - 16:32

Refinery29 Presents 29Rooms Los Angeles 2018: Expand Your Reality Featuring: Ellen Pompeo Where: Los Angeles, California, United States When: 04 Dec 2018 Credit: FayesVision/WENN.com
Source: FayesVision/WENN.com

Fa dietro front l’attrice dopo aver esortato le donne a non scendere a compromessi per fare carriera nel cinema.

Ellen Pompeo ha fatto un passo indietro rispetto alle ultime dichiarazioni rilasciate su Harvey Weinstein.

In prima istanza l’attrice, volto di Meredith Grey, la protagonista di Grey's Anatomy, aveva esortato le donne a non scendere a compromessi per fare carriera nel cinema, portando ad esempio il suo incontro con Harvey Weinstein.

«Il tango si balla in due», affermava nell’intervista la Pompeo che ora chiarisce la sua posizione riguardo le vecchie dichiarazioni sull’ex magnate del cinema caduto in disgrazia.

«Lo dico per coloro che si sono sentiti offesi o l'hanno presa sul personale», precisa la Pompeo a pochi giorni dallo tsunami mediatico tramite il suo profilo Twitter.

«Questa intervista risale a più di due anni fa quando ancora le donne non avevano raccontato le loro storie e certamente non sapevo che fosse uno stupratore. Tutto questo porta l'argomento su un altro livello».

Moltissimi i tweet che hanno però invaso il suo profilo facendole notare che le dichiarazioni incriminate erano state pronunciate dopo la condanna dell'uomo.

«Ok, ho appena appreso che la vicenda del Times Up è avvenuta prima, ma non l’ho letta… Ho seguito la notizia solo dopo l'inizio del processo».

La Pompeo ha poi concluso la sua difesa.

«Stavo parlando di molestie, non di aggressioni. Due cose diverse. Stavo parlando della mia esperienza a Hollywood e della mia visione a riguardo (…) e del MIO modo di affrontare le situazioni. Non era un commento su come le altre donne gestiscono le cose. Grazie a Dio ora possiamo parlare, ma ancora una volta le molestie e le aggressioni sono due cose diverse, entrambe terribili, ma diverse».

Tornare alla home page

CoverMedia