Harvey Weinstein: escluso un giurato per un Tweet

17.1.2020 - 16:35, CoverMedia

****File Photos** Movie mogul HARVEY WEINSTEIN is taking a leave of absence from The Weinstein Company following the publication of a New York Times article depicting the film producer as a sexual harasser. Weinstein issued an apology for his past behaviour after the allegations of decades of inappropriate sexual advances broke on Thursday (05Oct17). In a statement to the Times, he wrote: "I came of age in the 60âÄôs and 70âÄôs, when all the rules about behavior and workplaces were different. That was the culture then. I have since learned itâÄôs not an excuse, in the office - or out of it. To anyone. "I realized some time ago that I needed to be a better person and my interactions with the people I work with have changed. I appreciate the way IâÄôve behaved with colleagues in the past has caused a lot of pain, and I sincerely apologize for it. Though IâÄôm trying to do better, I know I have a long way to go." He added: "Jay Z wrote in 4:44 'IâÄôm not the man I thought I was and I better be that man for my children'. The same is true for me. I want a second chance in the community but I know IâÄôve got work to do to earn it. I have goals that are now priorities. Trust me, this isnâÄôt an overnight process. IâÄôve been trying to do this for 10 years and this is a wake-up call. I cannot be more remorseful about the people I hurt and I plan to do right by all of them." The producer also revealed he has hired therapists to deal with his issues, adding, "My journey now will be to learn about myself and conquer my demons." The journalists behind the Times report alleged Weinstein had quietly settled with at least eight women, who made allegations of sexual misconduct. His lawyer Lisa Bloom has denied many of the accusations in the article, calling them "patently false". Among the accusers he allegedly settled with are an unnamed actress and an unidentified Italian model. Sources tell the Times that actress Rose McGowan may have been one of the accusers Weinstein
Source: Mario Mitsis/WENN.com

Howard Mittelmark è colpevole di aver pubblicato un post sul processo relativo al magnate del cinema accusato di stupro.

Un potenziale giurato del processo Harvey Weinstein a New York City potrebbe finire in carcere per aver scritto un tweet relativo al procedimento.

Howard Mittelmark, una delle 12 persone scelte la scorsa settimana come potenziale membro della giuria, ha ricevuto una convocazione in tribunale per aver divulgato i dettagli del procedimento su Twitter.

«Ti sto chiedendo di trovarti un avvocato e tornare in quest'aula martedì 10 marzo 2020. Devi tornare con un avvocato per mostrarmi il motivo per cui non dovrei accusarti di oltraggio alla corte», ha dichiarato il giudice James Burke all'uomo in aula mentre lo liquidava dal panel dei giurati.

«Stai rischiando una multa e fino a 30 giorni di prigione», ha aggiunto il giudice.

A portare in tribunale la questione sono stati gli avvocati della difesa, accusando il giurato di voler promuovere il suo libro sfruttando la pubblicità sul Weinstein-gate attraverso Twitter, dove ha circa 7mila follower.

«Se qualcuno sa come una persona potrebbe ipoteticamente fare leva sulla giuria di un caso di alto profilo per promuovere il suo nuovo romanzo, definito un libro cupamente divertente e una commedia nera spiritosa, mi scriva direttamente per favore», recita il messaggio (ora eliminato) di Mittelmark.

Lo spiacevole episodio si è verificato lo stesso giorno in cui la modella Gigi Hadid è stata silurata dalla giuria della Corte Suprema di Manhattan per il caso Weinstein.

Weinstein è accusato di due casi di violenza sessuale predatoria, due stupri e un'accusa di reato sessuale, derivante dalle accuse di tre diverse donne.

Il processo inizierà il 22 gennaio 2020. Se condannato, l’ex magnate del cinema trascorrerà la vita in prigione.

Tornare alla home page