Kylie Minogue: «Avrei potuto duettare con Prince»

CoverMedia

3.11.2020 - 11:12

, New York, NY - 20200130 American Australian Association Arts Awards at SkyLight Modern. -PICTURED: Kylie Minogue -PHOTO by: ROGER WONG/INSTARimages.com Disclaimer: This is an editorial, rights-managed image. Please contact INSTAR Images for licensing fee and rights information at sales@instarimages.com or call +1 212 414 0207. This image may not be published in any way that is, or might be deemed to be, defamatory, libelous, pornographic, or obscene. Please consult our sales department for any clarification needed prior to publication and use. INSTAR Images reserves the right to pursue unauthorized users of this material. If you are in violation of our intellectual property rights or copyright you may be liable for damages, loss of income, any profits you derive from the unauthorized use of this material and, where appropriate, the cost of collection and/or any statutory damages awarded For images containing underage children: Be advised that some Countries may have restricted privacy laws against publishing images of underage children. Inform yourself! Underage children may need to be removed or have their face pixelated before publishing Where: New York, New York, United States When: 30 Jan 2020 Credit: WENN/Instar **WENN/Instar** Where: New York, New York, United States When: 30 Jan 2020 Credit: WENN/Instar **=WENN/Instar**
Source: WENN/Instar

Agli inizi della sua carriera, la star del pop ebbe la possibilità di incidere un brano con l’iconico artista.

Kylie Minogue non è riuscita a realizzare il sogno di duettare con il suo idolo Prince.

Dopo un incontro nel backstage, tra i due era nata la possibilità di una collaborazione artistica.

Il folletto di Minneapolis, nell’occasione, invitò una giovanissima Kylie a inviargli una canzone, su cui registrare una musica da lui composta.

«Era l’inizio degli anni ’90 a Earl’s Court (Londra)», ha dichiarato la cantante a Zane Lowe su Apple Music.

«Non so dove trovai il coraggio, ma dissi: “Sto facendo un album”. A volte sono più coraggiosa di quanto io stessa possa pensare!».

«Ci siamo visti e lui a un certo punto mi chiese: “Allora, dove sono i tuoi testi? Dove vuoi che venga montato il tuo microfono?”. Era super strano».

Kylie, a quel punto, scrisse alcuni versi e li diede all’icona del pop, prima della sua partenza.

«Alcuni giorni dopo, parlammo al telefono e lui disse: “Il mio autista sta venendo per lasciarti una cassetta”. L’autista arrivò e purtroppo ero da sola e senza nessuno con cui condividere quel momento. Stringevo tra le mie mani una cassetta in cui Prince cantava un brano intitolato ‘Baby Sadly’, a cui anche io avevo dato il mio contributo!», ha ricordato l’artista con meraviglia.

A spezzare il sogno di Kylie fu la sua casa discografica.

«Non l’abbiamo registrata… La proposi alla mia etichetta ma non erano interessati. Purtroppo è andata così», conclude.

Tornare alla home page

CoverMedia