Metallica: censurata la performance alla Blizzcon dai boss di Twitch

Covermedia

22.2.2021 - 16:34

Metallica

Nel 2000 i Metallica hanno fatto causa con successo ai dirigenti Napster per violazione del copyright.

Per evitare questioni legali, l’ultima performance dei Metallica è stata trasmessa via streaming in playback.

L’esibizione su Twitch del 19 febbraio era inserita nella scaletta della Blizzcon, una convention annuale sui videogiochi, ma è stata doppiata per evitare problemi di copyright.

I rocker hanno aperto l'evento Blizzard Entertainment, intitolato BlizzCon 2021, con la loro classica hit «For Whom the Bell Tolls», ma coloro che guardavano sul sito di live streaming non sono stati in grado di ascoltare la canzone come previsto – e costretti ad ascoltare una blanda musica di sottofondo.

Secondo The Hollywood Reporter, i capi di Twitch si sono mossi per evitare di violare il Digital Millennium Copyright Act (DMCA), che protegge le opere creative online.

I funzionari di Twitch avevano motivo di essere cauti, poiché i Metallica hanno fatto causa con successo ai dirigenti Napster nel 2000: ritenendoli responsabili per violazione del copyright. Questo, dopo che una demo del loro brano «I Disappear» è stata caricata da un utente della piattaforma di condivisione musicale e resa disponibile per il download senza previo consenso.

Tornare alla home page

Covermedia