Principe William: «Sosterrei mio figlio se fosse gay»

CoverMedia

27.6.2019 - 16:34

Il primogenito della famiglia reale appoggia appieno la comunità LGBTQ+.

Il principe William offrirebbe il suo supporto al 100 percento se uno dei suoi figli fosse omosessuale. È lo stesso duca di Cambridge a dichiararlo in un’intervista con il team dell’associazione umanitaria Albert Kennedy Trust (AKT), con sede a Londra.

«Credo che non pensi davvero a questo genere di cose fino a quando non diventi genitore», dice il 37enne, papà di 3 figli insieme a sua moglie Kate Middleton. «E credo anche che, ovviamente, non ci sarebbe assolutamente nessun problema per me».

Il principe George di Cambridge

Lottare contro bullismo e discriminazione

Oltre al piccolo George, di 5 anni, la famiglia di Will e Kate è composta anche dalla principessa Charlotte, di 4 anni, e l’ultimo arrivato Louis, di 14 mesi.

«Anche se mi preoccupa dal punto di vista di genitore», aggiunge il nipote della regina Elisabetta II. «Ci sono così tante barriere, sai, parole di odio, bullismo, e tutta la discriminazione che può provocare. Questo sì che mi preoccupa, ma è dovere di tutti noi cercare di aiutare a correggere questo problema e fare in modo che appartenga al passato».

Tim Sigsworth, a capo della AKT, ha definito l’intervento del reale come «un messaggio a tutta la società».

La principessa Charlotte

Tornare alla home page