Rihanna: «Il razzismo è ovunque»

CoverMedia

1.4.2020 - 09:31

The Fashion Awards 2019 held at the Royal Albert Hall Featuring: Rihanna Where: London, United Kingdom When: 02 Dec 2019 Credit: Keith Mayhew/Cover Images
Source: Keith Mayhew/Cover Images

La star continua a notare episodi di intolleranza, anche adesso che vive nella multirazziale Londra.

Per Rihanna il razzismo è tutt’altro che morto. Anche oggi che vive nella cosmopolita Londra la star del pop continua a notare episodi di discriminazione e intolleranza.

In un’intervista rilasciata a Vogue UK, la cantante ha dichiarato: «Penso che la brutalità della polizia in America sia estremamente grave, ma il razzismo è vivo ed è ovunque. Ovunque».

«È la stessa cosa nel Regno Unito. O è palese, e diventa sempre più una norma, o è sottostante, e le persone non sanno nemmeno di averlo dentro, in uno strato subconscio…», ha aggiunto.

A Londra, Riri riesce a passare inosservata, vivendo in un quartiere, St. John's Wood, dove la gente non sembra curarsi della presenza dei vip.

«Mi piace perché a nessuno frega un c*** di me. Quando mi aggiro per quei posti, mi sento invisibile. E non c’è nulla che mi faccia sentire meglio che essere invisibile agli occhi degli altri».

Rihanna ha riscritto la storia per aver posato sulla copertina della rivista con un un durag in testa: una sorta di bandana dalla forte connotazione antirazziale.

Tornare alla home page

CoverMedia