Spettacolo

Simona Ventura: imputato ammette il tentato omicidio del figlio

CoverMedia

29.11.2018 - 13:12

Source: Covermedia

Dopo mesi di attesa è arrivata una delle prove attese dalla famiglia di Niccolò Bettarini, lo skinhead Davide Caddeo ha ammesso: «Sì, ho colpito Bettarini con almeno una coltellata».

Simona Ventura ha finalmente tirato un sospiro di sollievo.

Lo scorso 1 luglio Niccolò Bettarini, figlio della conduttrice e dell’ex marito Stefano Bettarini, è stato colpito con 11 coltellate fuori dalla discoteca Old Fashion di Milano. All’epoca il 19enne è stato salvato grazie al tempestivo intervento dei suoi amici, e in seguito il caso è stato discusso da tutte le testate e i programmi tv.

Ora, dopo mesi di attesa è arrivata una delle prove attese dalla famiglia di Niccolò. Secondo un report de Il Giornale, in una memoria depositata in Procura dai suoi avvocati, Robert Ranieli e Antonella Bisogno, uno dei quattro imputati per il tentato omicidio di Bettarini, il 29enne Davide Caddeo, ha ammesso la sua colpevolezza: «Sì, ho colpito Bettarini con almeno una coltellata». Mentre per il pm Elio Ramondini, il noto ultrà dell'Inter e skinhead ne avrebbe sferrate otto.

Oggi il processo vede in aula quattro imputati oltre a Caddeo, tutti accusati di tentato omicidio, lesioni e porto d'armi abusivo, sono Alessandro Ferzoco, Andi Arapi e Albano Jakej.

Simona Ventura

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia