Constantin criticato: «I licenziamenti sono inaccettabili»

SwissTXT

20.3.2020 - 15:02

Djourou è uno dei giocatori licenziati dal SIon.
Keystone

La decisione del presidente del Sion Christian Constantin di silurare nove giocatori ha ovviamente suscitato parecchie reazioni.

Ai microfoni di Rete Uno l'avvocato Brenno Canevascini ha affermato: «Un licenziamento in tronco per non aver accettato il lavoro ridotto è inaccettabile».

«L'indennità per lavoro ridotto non è un obbligo del datore di lavoro, ma una scelta del dipendente», ha concluso Canevascini.

Della stessa opinione anche Lucien Valloni, presidente dell'Associazione svizzera dei calciatori: «Siamo scioccati, è una situazione inaccettabile. I giocatori erano pronti a negoziare».

SwissTXT

Tornare alla home pageTorna agli sport