Aumentati i profitti per gli agenti del calcio

bfi

17.12.2021

epa07721686 Italian-born Dutch soccer agent Mino Raiola arrives at Juventus Medical Center in Turin, Italy, 17 July 2019. Raiola accompanied his client Dutch defender Matthijs de Ligt who is undergoing medical exams with Juventus ahead of his transfer from Ajax. EPA/Alessandro Di Marco
Il super-agente Mino Raiola
KEYSTONE

Secondo il rapporto della FIFA gli agenti hanno guadagnato oltre 3 miliardi negli ultimi 10 anni. Nuove riforme sulla trasparenza e su un tetto salariale in vista, ma gli agenti più potenti si oppongono. 

bfi

17.12.2021

Mentre la Fifa si prepara a lanciare un nuovo regolamento sugli agenti dei calciatori - che dovrebbe entrare in vigore nel 2022 - i loro maggiori esponenti si oppongono.

E non c'è da stupirsene.

Gli agenti non conoscono crisi

Secondo l'ultimo rapporto della stessa FIFA il reddito degli agenti è salito a 452,16 milioni di euro nel 2021, frutto di 17'945 trasferimenti di giocatori professionisti nel sistema di gestione dei trasferimenti della FIFA.

I club europei hanno partecipato per il 95,8% dei 452 milioni di euro spesi in commissioni per gli agenti, con i club inglesi in testa alla spesa con 117,96 milioni, seguiti da Germania (74,77 milioni), Italia (65 milioni), Spagna (30,8 milioni), Francia e Portogallo (26 milioni ciascuno). Dati questi contenuti nello studio pubblicato dalla FIFA il 15 dicembre.

Mentre la spesa totale di trasferimento dei club è scesa per il secondo anno consecutivo, del 13,9% rispetto al 2020, le commissioni degli agenti sono aumentate invece dello 0,7%. Più di 3,1 miliardi di euro sono stati spesi per gli agenti negli ultimi dieci anni.

Calcio femminile, nuove opportunità 

Anche i trasferimenti nel calcio femminile hanno visto un maggiore coinvolgimento da parte degli agenti, con 70 accordi conclusi che significa un aumento del 12,9% rispetto al 2020.

Riforma del sistema di trasferimento

Dal 2017 la FIFA sta lavorando per rendere il sistema dei trasferimenti più equo e trasparente. I nuovi piani comportano la limitazione delle commissioni degli agenti e la loro gestione attraverso una «camera di compensazione».

L'opposizione dei potenti

Le nuove regole sugli agenti entreranno in vigore nel 2022, anche se i cosiddetti super-agenti, come Mino Raiola, Jonathan Barnett e Pedro Bravo hanno espresso la loro opposizione.