Lacrime per Adriano

L'imperatore come Pelé, Ronaldo, Ronaldinho e Garrincha

bfi

5.5.2021

Adriano con la maglia dell'Inter, sotto la guida di José Mourinho.
Adriano con la maglia dell'Inter, sotto la guida di José Mourinho.
Keystone

Adriano, ex calciatore conosciuto con il soprannome di 'Imperatore' è stato inserito nella Walk of Fame dello stadio Maracana. Paragonato ai grandissimi brasiliani, l'ex interista si è commosso. 

bfi

5.5.2021

Dopo aver ricevuto la notizia che sarebbe stato inserito nella Walk of Fame dello Stadio Maracana, Adriano, ex attaccante dell'Inter, non è riuscito a trattenere la commozione.

A 39 anni, ritiratosi nel 2016, Adriano è ricordato come uno dei marcatori più popolari del calcio brasiliano. Non ha segnato centinaia di reti come Pelé, non ha incantato per il suo talento come Ronaldo, non ha mai zigzagato in campo come Garrincha e tantomeno è stato un funambolico come Ronaldinho, ma Adriano Leite Ribeiro è rimasto nell'immagine collettiva dei tifosi carioca come membro del magnifico quartetto - in compagnia di Ronaldo, Kaka e Ronaldinho - che avrebbe dovuto portare un'altra Coppa del Mondo in Brasile nel 2006, ma che invece finì in Italia.

Walk of Fame

Il suo impatto sul gioco in Brasile sarà premiato con una targa di ceramica nella Walk of Fame dello stadio Maracana, in compagnia di grandissimi come Pelé, Ronaldo, Garrincha e Ronaldinho, appunto.

Dopo aver ricevuto la notizia Adriano è stato fotografato in lacrime. Emozioni condivise tramite il suo profilo Instagram: «Quando ho ricevuto la notizia del fatto che metterò il mio piede al Maracana. Grazie di tutto».

Quando la notizia è diventata pubblica Adriano ha detto ai giornalisti: «Sono molto onorato. Questo è sempre stato il mio sogno».

Una cerimonia a Rio de Janeiro non avrà luogo subito, tuttavia, a causa della pandemia. Ma proprio per la grande popolarità che Adriano ancora gode a Rio dove ha iniziato la sua carriera, gli organizzatori stanno preparando l'occasione quando l'Imperatore potrà incontrare i suoi estimatori.

«L'idea è di onorare Adriano quando il pubblico potrà di nuovo vedere le partite al Maracana».

A causa della forte affinità di Adriano con i tifosi del Flamengo e del Brasile, non ha senso per noi invitarlo ora e fare la cerimonia senza una folla», ha detto il portavoce del club.

Adriano ha segnato 27 gol con la maglia del Brasile, ha vinto la Scarpa d'Oro due volte, in occasione della Copa America e della Confederation Cup nel 2004. 

Ma il suo periodo migliore e più prolifico Adriano lo ha avuto in Italia, con la maglia dell'Inter. Con la Beneamata il brasiliano ha vinto 4 scudetti e anche dalle parti di Milano non è certo stato dimenticato. 

Così come lui non ha dimenticato la società nerazzurra, che ha voluto omaggiare così in occasione dello scudetto appena conquistato.