«Il tampone con metodica molecolare è una caz...a»

bfi

29.10.2020

Cristiano Ronaldo
Getty 

Prima della sfida di Champions League contro il Barcellona, l'assente Cristiano Ronaldo ha postato un commento che ha generato molte polemiche. 

Senza di lui la Juventus fatica assai.

Anche ieri sera, in uno Stadium deserto, gli uomini di Pirlo hanno dovuto soccombere al Barcellona di Messi per 2 a 0.

Da quando manca Ronaldo i bianconeri hanno vinto una sola sfida, situazione questa che li vede ora dietro il Barcellona nel girone di Champions League e solo quinti in Serie A, dietro Milan, Napoli, Sassuolo e Inter.

Il portoghese non era in campo in quanto risultato positivo al test per il Covid-19.

Il post della rabbia

Per il portoghese non si tratta del primo test per Covid-19, secondo l'emittente portoghese «TV1» si tratterrebbe infatti del diciottesimo test fatto dall'asso della Juventus.

Positivo, tanto da dover rinunciare alla sfida diretta contro il suo rivale di sempre, Leo Messi. 

Ronaldo ha voluto comunque far sentire la sua vicinanza alla squadra tramite un post: «Mi sento bene, forza Juve finoallafine». Al messaggio in questione, postato su Instagram, è seguito poi un commento polemico - prontamente cancellato alcune ore dopo - «PCR is bullshit» (il tampone con metodica molecolare è una caz...a). 

Stiamo vivendo tutti un momento davvero particolare, per alcuni difficilissimo. Le tensioni sono palpabili ovunque in Europa, in Italia in special modo vi sono continui segnali di malessere che sfociano in rivolte di piazza. Il post di Ronaldo non aiuta certo a stemperare la situazione e le risposte allo stesso non si sono fatte attendere.

La risposta ironica del virologo

Il virologo italiano Roberto Burioni, sul suo profilo Twitter, ha preferito ironizzare: «Do il benvenuto nella nutrita schiera dei virologi al collega Cristiano Ronaldo. Sarà utilissimo nella prossima partitella contro gli oculisti».

Nedved empatico

Anche il vicepresidente della Juve, Pavel Nedved, ha cercato di stemperare gli animi in risposta al polverone generato dal commento di CR7.

«Il post di Ronaldo? Ronaldo sappiamo cosa sta provando, stando bene vorrebbe spaccare il mondo e non saltare queste grandi partite». 

Classifica di Serie A da raddrizzare

Archiviata la sfida di Champions contro il Barca, la Juventus ora pensa alla partita di domenica contro la Spezia. I liguri, quattordicesimi in classifica, hanno solo quattro punti meno della corazzata bianconera. Se gli uomini di Pirlo non vogliono lasciar allungare ulteriormente Milan, Napoli e Inter non possono permettersi altri passi falsi.

Ronaldo o no, gli occhi sono tutti puntati sulla Juve, sempre e dovunque costretta a vincere. 

Tornare alla home pageTorna agli sport