Tuchel: «È stanco mentalmente, si giocano troppe partite»

bfi

20.10.2021

epa09468732 Chelsea's Romelu Lukaku reacts during the UEFA Champions League group H soccer match between Chelsea FC and Zenit St. Petersburg in London, Britain, 14 September 2021. EPA/Facundo Arrizabalaga
Romelu Lukaku deve ritrovare la via del gol.
KEYSTONE

Alla vigilia della sfida di Champions League contro il Malmoe, il tecnico del Chelsea difende il momento difficile del suo bomber Romelu Lukaku.

bfi

20.10.2021

Tra poche ore il Chelsea di Tuchel scenderà in campo per affrontare il Malmoe in quella che sarà per i Blues la terza sfida della fase a gruppi di Champions League. Davanti al proprio pubblico i londinesi devono vincere, anche perché si trovano ora secondi del gruppo H, con 3 punti, in compagnia dello Zenit. La Juventus, prima, ha vinto le prime due sfide e staserà affronterà i russi a San Pietroburgo.

Occhi puntati su Lukaku

Ma gli occhi dei tifosi del Chelsea saranno puntati in specialmodo su Romelu Lukaku, che da quasi un mese è a secco di reti. Il belga, tornato a Londra dopo una favolosa stagione a Milano Lukaku per la cifra record di  125milioni di franchi, ha goduto di un buon inizio  segnando quattro gol nelle sue prime quattro partite prima di spegnersi.

Thomas Tuchel, coach del Chelsea, è convinto che « Romelu (Lukaku n.d.r.) è un poco stanco». Secondo il tedesco l'attaccante belga ha giocato troppe gare con la squadra nazionale.

Troppe partite con la Nazionale

L'ex giocatore dell'Inter, in effetti, ha già giocato tre partite per il Belgio in questo inizio di stagione oltre alle sette disputate alla fine della precedente.

«Sento che è un po' stanco mentalmente. Per me, ha giocato troppo. È difficile giudicare se ha bisogno di una pausa, o se è meglio tenerlo in campo».

Tuchel crede inoltre che Lukaku non sia l'unico dei suoi giocatori che sta faticando oltremodo a causa degli impegni anche con le loro nazionali: «È lo stesso con Mason Mount e Jorgi (Jorginho)  i quali stanno facendo fatica. Hanno un sacco di peso da portarsi sulle spalle quando giocano per i loro rispettivi paesi: amano la Nazionale e sono estremamente competitivi, ma se giochi mille partite all'anno può diventare davvero pesante».

Tuchel vs Wenger

I commenti di Tuchel arrivano giorni dopo la proposta di Arsene Wenger, capo della FIFA per lo sviluppo globale del calcio, il quale ha lanciato l'idea di disputare la Coppa del Mondo a cadenza biennale. 

Il tedesco crede che si stia chiedendo troppo ai calciatori d'élite: «I giocatori giocano troppo. Io sono un grande fan della qualità e non della quantità. Ma questo non è niente di nuovo e la prossima pausa nazionale è in arrivo».

Mentre a gennaio e febbraio, oltre al campionato e alla Champions, il Chelsea sarà impegnato anche nella Club World Cup e in FA Cup.

«C'è semplicemente troppo calcio»

«I giocatori di qualità devono essere in forma perché gli spettatori vogliono vedere i migliori giocatori nella forma migliore. C'è semplicemente troppo calcio e troppe competizioni diverse».

Parole che fanno eco ai commenti del portiere della nazionale belga Courtois, quando al termine della gara giocata dai diavoli rossi a Torino alcune settimane fa aveva sbottato:  «Giochiamo queste partite solo per soldi supplementari che vanno alla UEFA, per avere una partita in più da passare in TV».

Nonostante le preoccupazioni per la stanchezza dei suoi giocatori, il  Chelsea di Tuchel comanda la classifica di Premier League.