La Top-11 di EURO 2020

La Top-11 del torneo: con due svizzeri e molti italiani

fon

9.7.2021

Yann Sommer festeggia la sua selezione nel Top 11 di blue Sport.
Keystone

Il Campionato europeo sta volgendo al termine, ed anche se spesso gli eroi escono nei momenti decisivi come la finale, ecco la nostra selezione dei migliori 11 giocatori - sino ad ora - del torneo.

fon

9.7.2021

 

Portiere

Yann Sommer

Con 21 parate al suo attivo è ancora il portiere più impegnato del torneo. Contro la Francia Yann Sommer ha trascinato la Svizzera alla vittoria, e pure contro la Spagna ha difenso eroicamente la porta elvetica. La sua selezione nel Top 11 degli Europei non è frutto di una scelta di parte, anzi. È stato semplicemente il migliore.

 

Terzino destro

Kyle Walker

Il calcio di punizione di Damsgaard in semifinale è stato il primo e finora unico pallone ad aver bucato la rete inglese. Anche Kyle Walker, la cui velocità ha salvato i Tre Leoni in diverse situazioni complicate, ha svolto un ruolo decisivo sia a livello difensivo che offensivo.

 

Difensore centrale

Simon Kjaer

È stato nel bel mezzo del dramma di Eriksen e dopo questo terribile evento ha portato da grande capitano la sua squadra fino alle semifinali. In termini strettamente calcistici, potrebbe non essere stato uno dei migliori, ma l'indomito leader ha compensato con il suo incredibile spirito combattivo e la voglia di vincere.

 

Difensore centrale

Giorgio Chiellini

Si è infortunato nella partita contro la Svizzera ed ha saltato i seguenti match contro Galles e Austria. Non è un caso se in queste due uscite gli azzurri hanno brillato meno dal punto di vista difensivo. A 36 anni continua ad essere un caposaldo della squadra italiana. Tanta grinta ed esperienza.

 

Terzino sinistro

Leonardo Spinazzola

Sicuramente fra i papabili per il premio di «Giocatore del Torneo», poi il tendine d'Achille sinistro lo ha tradito. Quanto fosse importante per la nazionale azzurra non è stato dimostrato solamente dalle sue eccezionali scorribande sulla fascia sinistra, ma si riflette anche nei cori dei suoi compagni di squadra, che ora festeggiano ogni vittoria con le grida di «Spina». Forse una delle più grandi sorprese di questo Europeo.

 

Centrocampista difensivo

Jorginho

Le straordinarie prestazioni di Jorginho non sono certo una sorpresa. Il fresco campione della Champions League non è solo il regista ma anche il leader della squadra azzurra. Bonus: Jorginho si è rivelato essere anche un rigorista decisamente affidabile.

 

Centrocampista offensivo

Dani Olmo

Assieme a Pedri è il miglior spagnolo di questo torneo. A causa della sua implacabile spinta offensiva Olmo entra di diritto nella Top 11. Anche se ha fallito contro l'Italia, almeno ha lottato.

 

Ala destra

Federico Chiesa

I suoi gol valgono oro. Potrebbe non essere il capocannoniere del torneo, ma è decisamente l'uomo dei gol importanti. La difesa inglese dovrà patire le pene dell'inferno se vorrà impedirgli di andare a segno anche in finale.

 

Ala sinistra

Steven Zuber

Con quattro assist forniti all'attivo Zuber detiene ancora adesso il record del torneo. Uno in più e lo svizzero avrebbe probabilmente scaraventato la Nati in semifinale. Impossibile immaginare la Nazionale elvetica senza di lui nei prossimi anni.

 

Attaccante

Patrick Schick

Insieme a Cristiano Ronaldo è il bomber più prolifico di EURO 2020. A differenza del portoghese (tre), solamente uno dei suoi cinque gol sono giunti da un calcio di rigore. Non molti si aspettavano una tale performance all'inizio del torneo.

 

Attaccante

Raheem Sterling

Con il bel tuffo ha trainato l'Inghilterra in finale contro la Danimarca. Un'azione certamente non bella da vedere, ma alla fine se il calcio «torna a casa» lo deve anche a quello. L'attaccante del Manchester City conta anche tre reti nel suo bottino personale del torneo.