Rasheed: «È scontato che Novak sarà qui a gennaio»

bfi

21.10.2021

epa09028953 Novak Djokovic of Serbia poses for photographs while standing in a beach shack on Brighton Beach with the Norman Brookes Challenge Cup following his men's singles finals win against Daniil Medvedev of Russia at the Australian Open grand slam tennis tournament, in Melbourne, Australia, 22 February 2021. EPA/DAVE HUNT AUSTRALIA AND NEW ZEALAND OUT
Novak Djokovic a Brighton Beach nei pressi di Melbourne con il trofeo, il nono della carriera, conquistato agli Australian Open 2021. 
KEYSTONE

Mentre il Ministro australiano per l'immigrazione ricorda che i visitatori devono essere vaccinati due volte, Roger Rasheed è convinto che Djokovic ci sarà, per riscrivere la storia dello sport.

bfi

21.10.2021

Novak Djokovic alcuni giorni fa, intervistato dal quotidiano serbo Blic, aveva rifiutato di rivelare il suo stato di vaccinazione, dicendo inoltre, di non essere sicuro di poter difendere il titolo ai prossimi Australian Open.

Doppia vaccinazione per raggiungere l'Australia

Ieri, il Ministro australiano dell'immigrazione Alex Hawke ha sottolineato che i giocatori stranieri dovranno poter presentare un certificato che attesta di aver ricevuto due dosi del vaccino anti-Covid per poter giocare il Grande Slam australiano a Melbourne Park in gennaio.

«Dovranno essere doppiamente vaccinati per venire in Australia. È un'applicazione universale, non solo per i giocatori di tennis. Voglio dire che ogni visitatore in Australia dovrà essere doppiamente vaccinato», ha detto a chiare parole Hawke alla radio Australian Broadcasting Corporation.

«Non ho un messaggio per Novak»

«Non ho un messaggio per Novak. Ho un messaggio per tutti coloro che vogliono visitare l'Australia. Dovrete farvi vaccinare due volte».

A parte Djokovic, che ha vinto nove dei suoi titoli del Grande Slam agli Australian Open, gli ultimi tre consecutivamente, la regola potrebbe escludere decine di giocatori dal torneo. 

L'opinione del grande coach australiano

L'australiano Roger Rasheed, ex coach di Hewitt, Tsonga, Monfils e Dimitrov, crede però che Novak Djokovic parteciperà agli Australian Open del 2022, nonostante le severe regole di vaccinazione in vigore nel suo paese.

Secondo Rasheed sarebbe eccezionale se il serbo battesse il record di Gran Slam vinti proprio a Melbourne - tutt'ora in comproprietà con Federer e Nadal -.

«Sarebbe spettacolare se battesse il record proprio qui»

«Penso che sia scontato che Novak Djokovic sarà qui a gennaio», ha detto Rasheed. «Lui (Novak Djokovic ndr.) vuole battere il record, e sarebbe spettacolare per noi australiani che lo battesse qui perché è qualcosa che resterà nella storia dello sport mondiale».

«Novak si interesserà alla questione solo verso fine dicembre, quando vi saranno certezze sulle condizioni per partecipare al torneo», ha terminato il 52enne.

L'asso serbo ha giocato l'ultima sfida in occasione della finale degli US Open, dove non è riuscito a superare Daniil Medvedev. L'uomo di Belgrado era in procinto di compiere l'impossibile, vincendo uno storico Grande Slam del calendario, oltre che superare il record di Slam vinti, ma è stato fermato da un degno avversario.