Grazie Maestro!

Il più grande colpo di Roger Federer

bfi

15.9.2022

'Il colpo del secolo', US Open 2009.
'Il colpo del secolo', US Open 2009.
Getty

Lo rivedremo in campo solo in occasione della prossima Laver Cup. Un tennista che ha scritto la storia di questo sport, grazie a colpi di genio e una personalità da gentiluomo. Secondo voi qual è stato il suo colpo migliore?

Per più di vent'anni Roger Federer ha deliziato gli amanti del tennis con colpi da vero Maestro, incontri spettacolari, punti infiniti al cardiopalma, vittorie e sconfitte indimenticabili.

Ma qual è stato il suo più grande colpo in tutti questi anni di carriera?

Abbiamo scelto per voi nove momenti di tennis spettacolo durante i quali il grande protagonista è proprio Roger Federer. Avremmo potuto aggiungerne altri, molti altri. La nostra scelta è caduta su questi. I criteri sono descritti nelle presentazioni dei singoli dieci momenti di grande tennis. Grazie Roger!  

Il meglio di Federer
Dite la vostra

1. Swiss Open, Basilea 2002

Da lì a pochi mesi Andy Roddick sarebbe diventato il numero 1 al mondo. A Basilea, a casa sua, il 21enne Roger Federer non mostrò certo nessun timore, nessun genere di paura. Federer deve dapprima difendersi sul servizio potente dello statunitense, gioca la pallina e gli deve concedere uno smash a rete: l'ultimo colpo e presagio di eccellenza, genialità e tanto coraggio. 

2. Roland Garros 2011, semifinale contro Novak Djokovic

Dopo uno scambio lungo, Novak Djokovic mette alla corda lo svizzero, lo costringe a rincorrere la pallina nel suo angolo sinistro e da lì - sentendo l'accorrere del serbo verso rete - Federer, con forte delicatezza, sfodera un rovescio preciso che stacca il pubblico dalle proprie seggiole.  

3. Australian Open 2017, finale contro Rafael Nadal

I due si conoscono bene. Lo scambio è imperioso da entrambe le parti, con colpi lunghi e potenti. Roger, piano piano, sposta Rafael Nadal a destra, sempre più a destra lasciandolo sfogare il suo potente rovescio a due mani, poi, improvvisamente il dritto del basilese non incrocia più e corre diritto, laddove lo spagnolo non può più arrivare. 

4. US Open 2018, contro l'australiano Kyrgios

Nick Kyrgios è una testa calda, e come molti con le sue caratteristiche ha dalla sua anche molta abilità e genialità. A New York mette una palla corta, a uscire... certo che lo svizzero 37enne mai la prenderà. Federer invece la ripesca dagli inferi e la rispedisce nel campo avversario, infischiandosi della rete che non c'è più. Kyrgios è basito, il pubblico in delirio. 

5. Miami Open 2011, contro Florent Serra

Il francese Florent Serra lo spedisce prima a sinistra e poi a destra. Federer vi arriva di corsa e scarica il diritto che va a stamparsi sull'incrocio delle linee. Serra guarda la pallina sfilare, la vede arrivare sulle linee bianche e capisce che la sua giornata è finita lì. 

6. Australian Open 2015, avversario di turno: Lu

Il giocatore di Taipei Lu è già sotto di un set. Lo scambio si prolunga, Federer decide poi di voler risparmiarsi per il prosieguo del torneo: smorzata perfetta da fondo campo. Lu non si muove nemmeno. 

7. Semifinale US Open 2009: il colpo del secolo

L'avversario è ancora Djokovic. I set in favore dello svizzero sono due. La storia del tennis lo ringrazierà per sempre per quel colpo che gli concede due palle match. A detto dello stesso Federer è stato proprio quello il suo più bel colpo di sempre. 

8. Quarti di finale Roland Garros 2019 contro Stan Wawrinka

Uno scambio potente da fondo campo contro Stan The Man. Il terreno ideale per Wawrinka. Federer opta per un attacco a rete all'arma bianca, Stan lo vede e cerca di infilarlo sul lungo-linea. L'allora 38enne di Basilea si allunga, colpisce la palla e la rispedisce dall'altra parte dove il compagno di Davis non c'è. Roger Federer non è ancora tramontato. 

9. Dubai 2005: avversario, Andre Agassi

Andre Agassi si ritirerà un anno dopo, al termine di una carriera strepitosa. Ma in quel momento è ancora un campione. Fa correre il giovane Roger avanti e indietro. Quando sembra sicuro di averlo passato con un loop, il 23enne basilese mette il turbo e rispedisce la pallina al mittente nella stessa modalità. Il vecchio leone si arrende alla classe del numero 1. 

Tornare alla home pageTorna agli sport