Mercato

Netto calo delle vendite di vetture, mancano i chip

hm, ats

1.12.2021 - 17:01

La domanda c'è, ma la produzione fatica a tenere il passo.
La domanda c'è, ma la produzione fatica a tenere il passo.
Keystone

Le vendite di automobili in Svizzera subiscono un netto calo, sulla scia del perdurare delle difficoltà nel settore dei semiconduttori che rendono la vita difficile ai produttori.

hm, ats

1.12.2021 - 17:01

Sono state immatricolate 18'825 vetture nuove, il 18% in meno dello stesso mese del 2020.

Sull'arco dei primi undici mesi dell'anno i veicoli che hanno lasciato i concessionari sono stati 213'958, un numero in progressione del 3% nel confronto con l'anno scorso, ma del 23% inferiore a quello del 2019 pre-pandemico, indica l'associazione degli importatori Auto-Svizzera in un comunicato odierno.

«Il 2021 non sarà un buon anno, anche se potremmo ancora essere in grado di ottenere un plus rispetto al primo anno del coronavirus», afferma il portavoce dell'organizzazione Christoph Wolnik, citato nella nota. Gli operatori del ramo speravano in cifre superiori. «La domanda è assolutamente presente, ma purtroppo la carenza di componenti elettronici nella produzione di veicoli sta mettendo i bastoni tra le ruote».

Speranze nel 2022

Le speranze di recupero sono ora riposte nel 2022, anche se un miglioramento duraturo situazione sul fronte dell'offerta può probabilmente essere previsto solo nella seconda metà dell'anno, spiega Wolnik. I fabbricanti stanno peraltro dando la priorità ai veicoli elettrici e questo si riflette anche sui dati delle vendite.

Come sempre interessante è la classifica dei singoli marchi: primeggia Volkswagen (23'000 vetture vendute nei primi undici mesi), davanti a Mercedes (19'600), BMW (19'100), Skoda (16'400), Audi (15'200), Seat/Cupra (11'400), Toyota (9800), nonché Ford e Renault (entrambe 7600). Molto più indietro è il marchio forse più conosciuto nel settore dell'auto elettrica, Tesla (5100), che presenta comunque una crescita su base annua del 20%, superata comunque da Toyota (+24%).

hm, ats