Industria ferroviaria

Stadler Rail si espande nel ramo della sicurezza

hm, ats

21.12.2021 - 19:00

Non solo treni in senso stretto.
Non solo treni in senso stretto.
Keystone

Stadler Rail si espande nel settore della sicurezza ferroviaria: il costruttore turgoviese rileva la società tedesca BBR, attiva nei campi delle tecnologie di controllo e informazione per il traffico su rotaia.

hm, ats

21.12.2021 - 19:00

Con BBR Stadler ha guadagnato un partner che completa perfettamente la sua crescente gamma di prodotti di segnalazione, spiega in un comunicato odierno l'impresa con sede a Bussnang (TG). Il gruppo aveva già rafforzato la sua posizione in questo settore in novembre con l'acquisizione della zurighese Bär Bahnsicherung.

Attiva da oltre 30 in tutto il mondo, BBR impiega circa 270 persone nella sua sede centrale di Braunschweig (D) e nella sua unità di Vufflens-la-Ville (VD), vicino a Losanna. L'operazione – di cui non vengono rivelati i dettagli finanziari – porterà a oltre 500 il numero di dipendenti di Stadler nella divisione segnalazione.

Le novità odierne sono state bene accolte dagli analisti e un certo effetto è risultato visibile anche in borsa, con l'azione di Stadler Rail che nel pomeriggio guadagnava circa l'1,5%. Dall'inizio dell'anno la performance è però negativa, pari al -3%.

Stadler Rail fa risalire le sue origini allo studio di ingegneria fondato da Ernst Stadler nel 1942 a Zurigo. È stata comprata dall'imprenditore ed ex consigliere nazionale UDC (1999-2012) Peter Spuhler nel 1989 per circa 4,5 milioni di franchi. Allora l'impresa contava 18 dipendenti: oggi è una realtà con 13'000 dipendenti e stabilimenti in vari paesi. L'impresa fabbrica una vasta gamma di materiale rotabile che va dai treni da alta velocità ai convogli regionali, passando dai tram e dai vettori per le metropolitane.

hm, ats