Case stampate in 3D per aiutare i senzatetto

tmxh

2.10.2019 - 17:33

Potrebbe essere un aiuto rapido ed economico per le persone che non hanno un'abitazione: un’azienda stampa infatti case in 3D per i senzatetto. L’impresa ha ormai realizzato un villaggio intero.

Per i senzatetto è generalmente molto difficile abbandonare la strada, ancora di più poiché le abitazioni diventano sempre più costose ed esclusive. Da qualche tempo, però, un’azienda statunitense intende rimediare a questa problematica e si è lanciata nella lotta contro la piaga dei senzatetto, avvalendosi delle ultime tecnologie.

Già un anno e mezzo fa, la start-up Icon aveva presentato il suo concept: creare intere case a partire da una stampante 3D, in poco tempo e per una cifra relativamente bassa. La tecnologia sembra ormai pronta per la produzione in serie, tanto che in Texas sta sorgendo un intero villaggio di case istantanee.

Una casa per 10’000 dollari

La costruzione di una casa nel villaggio destinato ai senzatetto costa soltanto 10’000 dollari, ovvero circa 9930 franchi. Con la produzione in serie, il costo dovrebbe addirittura essere ridotto a 4000 dollari (circa 3970 franchi). L’impresa, con sede ad Austin, in Texas, ha superato le frontiere statunitensi da molto tempo: in El Salvador, in America latina, sorge il primo quartiere composto esclusivamente di case in 3D.

Per creare le sue abitazioni, l’azienda utilizza un’enorme stampante 3D chiamata Vulcan II, che produce le strutture di base di una semplice casa nell’arco di mezza giornata. Una persona apporta in seguito il tocco finale aggiungendo le finestre, le porte e il tetto. In totale, una casa stampata in 3D viene completata in 48 ore.

Altro aspetto positivo: il progetto in corso di elaborazione, battezzato «Community First» e il cui primo villaggio è stato realizzato vicino ad Austin, è interamente nelle mani di organizzazioni caritatevoli locali senza fini di lucro che prestano aiuto ai senzatetto.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page