Lotta contro l'antisemitismo Dall'Austria premio Simon Wiesenthal a Liliana Segre

SDA

4.11.2022 - 10:04

La senatrice italiana Liliana Segre
La senatrice italiana Liliana Segre
Keystone

Il presidente del Consiglio Nazionale d'Austria Wolfgang Sobotka ha consegnato ieri presso il Consolato Generale austriaco a Milano il Premio Simon Wiesenthal a Liliana Segre.

SDA

4.11.2022 - 10:04

«Con il suo impegno multiforme nella lotta contro l'antisemitismo, Liliana Segre incoraggia le persone a seguire il suo esempio. Deve essere una responsabilità di tutti i democratici onorare la memoria della Shoah e alzare la voce quando si manifesta l'antisemitismo», ha dichiarato Sobotka.

Quest'anno, oltre a Liliana Segre, il Premio Simon Wiesenthal è andato a anche a Lily Ebert, Zwi Nigal e Karl Pfeifer, e quindi a tutti e quattro i testimoni contemporanei candidati insieme.

Liliana Segre è stata deportata ad Auschwitz nel 1944 all'età di 13 anni, tra i 776 bambini italiani, solo 25 di loro sono sopravvissuti. Oggi è ancora attiva come testimone contemporanea in televisione, nei teatri, nelle scuole e nel Parlamento italiano: quindi è una delle più importanti autorità morali in Italia, ha sottolineato Sobotka.

Sobotka si è detto soddisfatto di poter consegnare il premio di persona, dopo che Segre non aveva purtroppo potuto partecipare alla cerimonia di premiazione a Vienna lo scorso maggio.

SDA