Italia

SOS siccità del Po, autobotti in alcune città del Nord

SDA

15.6.2022 - 16:29

Una veduta del Po in secca (archivio)
Keystone

La situazione di siccità «è in peggioramento»: «in alcuni territori non piove da 110 giorni» e in decine di Comuni di Piemonte e Lombardia «sono già in azione le autobotti per l'approvvigionamento di acqua».

SDA

15.6.2022 - 16:29

«I serbatoi locali afferiscono infatti a sorgenti che non ci sono più», ha dichiarato all'agenzia di stampa italiana ANSA Meuccio Berselli, segretario generale dell'Autorità distrettuale del Fiume Po – Ministero italiano transizione ecologica (AdPo-MiTe), dopo l'allarme già lanciato nei giorni scorsi dall'Osservatorio sulla siccità, che tornerà a riunirsi martedì 21 giugno.

Con il fiume Po in secca, è ufficialmente crisi idrica, come non si vedeva da 70 anni in Italia. La situazione è drammatica: senza acqua, è a rischio fino al 50% della produzione agricola e zootecnica del Bacino padano, tra i più importanti d'Italia, ma l'emergenza coinvolge anche famiglie e industrie dell'area, con l'ipotesi di razionamenti, compreso il comparto turistico, ora in piena stagione balneare.

A lanciare l'allarme ieri è stata Cia – Agricoltori Italiani, secondo cui in tutto il Paese si è a un punto di non ritorno e serve un intervento rapido per realizzare una vera rete di nuovi invasi e laghetti, diffusi sul territorio, per l'accumulo e lo stoccaggio di acqua in caso di siccità.

SDA