Spazio La Nasa ha scelto SpaceX per il veicolo che porterà giù la Iss

SDA

27.6.2024 - 13:40

La Stazione spaziale internazionale.
La Stazione spaziale internazionale.
Keystone

La Nasa ha scelto SpaceX per la costruzione del veicolo che, intorno al 2030, dovrà portare giù la Stazione Spaziale Internazionale ormai giunta a fine vita.

27.6.2024 - 13:40

Il contratto da 843 milioni di dollari prevede lo sviluppo di un «rimorchiatore spaziale» che dovrà agganciarla e accompagnarla in un rientro controllato verso la Terra, sopra una remota regione oceanica come il Pacifico meridionale.

Lo ha annunciato la Nasa con una dichiarazione rilasciata il 26 giugno, spiegando anche che questa è l'opzione migliore rispetto ad alternative come lo smontaggio della Iss in componenti più piccole o il trasporto verso orbite più distanti dalla Terra.

«Garantire una transizione sicura»

«La scelta di un veicolo per la manovra di deorbita della Stazione Spaziale Internazionale aiuterà la Nasa e i suoi partner internazionali a garantire una transizione sicura nell'orbita terrestre bassa al termine delle operazioni della stazione», afferma in una nota Ken Bowersox, amministratore associato Nasa per le operazioni spaziali.

«Questa decisione supporta anche i piani della Nasa per le future stazioni commerciali e consente l'utilizzo senza interruzione dello spazio vicino alla Terra. La Iss – aggiunge Bowersox – rimarrà un modello per la scienza, l'esplorazione e la collaborazione internazionale nello spazio».

Il pensionamento della Stazione Spaziale è previsto per il 2030, data fino alla quale la Nasa e gli altri partner internazionali si sono impegnati a mantenere attiva la Stazione Spaziale, con l'eccezione della Russia che ha invece confermato il suo supporto solo fino al 2028.

Tuttavia, nel caso in cui si decidesse di prolungare la vita della Iss, l'appalto prevede anche la possibilità che il veicolo di rimorchio rimanga immagazzinato nell'attesa di essere utilizzato.

SDA