Meteo

Morti e feriti in Corsica, Toscana e Liguria a causa del maltempo

ATS / pab

18.8.2022

Immagine illustrativa.
Immagine illustrativa.
KEYSTONE

Le perturbazioni in arrivo dall'Oceano Atlantico che hanno colpito con forti piogge anche la Svizzera nelle scorse ore, hanno causato morti e feriti in Italia e Francia. 

ATS / pab

18.8.2022

Il bilancio delle intemperie che hanno colpito il Sud della Corsica nelle ultime ore è pesante. Si parla di almeno tre persone morte, tra cui una 13enne, e una decina di feriti. La ragazzina è morta schiacciata da un albero che è caduto sul bungalow in cui si trovava con la sua famiglia a Sagone.

Sono poi stati molto numerosi gli interventi da parte dei servizi di soccorso a Piana, Coggia e Cargèse. Innumerevoli le persone che sono state soccorse in mare sulle imbarcazioni rovesciate dalle raffiche che, secondo MéteoFrance, hanno raggiunto addirittura punte di oltre 220 km all'ora. Circa 45'000 persone sono rimaste senza elettricità su tutta l’isola.

La perturbazione si è poi spostata verso l'Italia, seminando distruzione e morte anche sulle coste occidentali della Penisola.

Due morti in Italia

Il bilancio è pure pesante in Toscana, dove si sono registrati due morti: a Lucca e a Carrara. In ambedue i casi si tratta di persone colpite da alberi durante i nubifragi.

I due episodi sono avvenuti in località Sorbano del Giudice, vicino a Lucca, e nel parco La Malfa a Carrara. Nel primo caso, riferiscono i servizi di soccorso, la vittima è un uomo, nell'altro una donna per la quale sono stati effettuati vani tentativi di rianimazione.

Altre quattro persone sono state ferite al Camping Italia a Marina di Massa, sempre per cadute alberi. A Camaiore (Lucca), un'altra persona è stata travolta da un albero e portata all'ospedale Versilia in condizioni molto serie.

In totale sono oltre 150 gli interventi svolti nelle ultime ore dai soccorritori. Venti persone sono state sfollate tra i comuni di Chiavari, Cogorno e Lavagna. Nelle due province sono ingenti i danni, soprattutto negli stabilimenti balneari.

Danni a decine di stabilimenti balneari in Versilia

Sono decine gli stabilimenti balneari danneggiati dal maltempo in Versilia, in tutto il litorale battuto da un nubifragio e da forti raffiche di vento che hanno fatto volare via le attrezzature, sedie, sdraio ed ombrelloni.

I gestori stanno facendo i bilanci dei danni e provvedendo a riparare i danni anche alle strutture e anche ai tetti e alle coperture, come a uno stabile in viale Italia ai Pietrasanta e a un ristorante di un bagno della Passeggiata di Viareggio dove risultano danneggiati gli stand del mercato e ci sono strade allagate.

I vigili del fuoco e il personale delle varie protezioni civili comunali sono in azione per cercare di ripristinare situazioni critiche.

La Versiliana a Marina di Pietrasanta ha annullato le iniziative previste oggi, giovedì. A Forte dei Marmi il Comune invece parla di danni «contenuti negli stabilimenti balneari dove risultano essere stati rovesciati alcuni patini e alcune tende strappate, tutto comunque facilmente riparabile».

Per consentire le verifiche tecniche ed eventuali interventi «ha deciso di chiudere tutti i parchi pubblici e via Nizza, in zona Roma Imperiale, dove c'è un albero pericolante» hanno precisato le autorità locali.

Potete trovare rapidamente le previsioni di MeteoSvizzera per i prossimi giorni sulla nostra pagina specifica, cliccando qui.