Pedofilia: un rapporto accusa la Chiesa anglicana

ATS

9.5.2019 - 17:16

Ombre sulla Chiesa riformata d'Inghilterra per gli scandali storici di pedofilia. Nell'immagine d'archivio la Cattedrale di Canterbury.
Source: KEYSTONE/AP POOL PA/CHRIS ISON

Ombre anche sulla Chiesa riformata d'Inghilterra per gli scandali storici di pedofilia che il Regno Unito cerca faticosamente di riportare alla luce dopo decenni di insabbiamenti di sospetti su vip appartenenti non meno al mondo laico che a quello religioso.

Un rapporto indipendente pubblicato giovedì chiama in causa in particolare direttamente George Carey, ex autorevole arcivescovo di Canterbury, per lungo tempo massima autorità ecclesiastica della Chiesa anglicana capeggiata formalmente dalla regina e oggi Lord.

Carey è accusato di «gravi mancanze» nella risposta alle denunce e di aver privilegiato «la difesa della reputazione» dell'istituzione rispetto alle sofferenze delle vittime.

Il caso più clamoroso resta quello dell'ex vescovo Peter Ball, riconosciuto colpevole di abusi sessuali su minori e incarcerato solo nel 2015, ben 20 anni dopo i fatti. Un caso che ha sfiorato pure la corte, dove Ball era di casa tanto da poter esibire a suo tempo una lettera in difesa del suo 'buon nome' scritta in persona dal principe Carlo, erede al trono britannico.

Tornare alla home page

ATS