Nemo, il sottomarino più piccolo al mondo, entra anche in garage

tafi

4.5.2020

Può essere messo sul rimorchio di un’auto ed entra in acqua dalla spiaggia: grazie ai più piccoli sottomarini al mondo, anche i privati, i più ricchi si intende, possono fare delle lunghe escursioni sott’acqua.

Potrebbe piacere anche a James Bond: Nemo, il più piccolo sommergibile abitato al mondo, fa la corte agli acquirenti. Concepito per un uso privato, questo sottomarino peso piuma può essere trasportato fino alla spiaggia con l’aiuto del rimorchio dell'auto e messo in acqua dalla terraferma.

Questo gioiellino può già essere ordinato alla notevole cifra di poco più di un milione di franchi.  Nemo è stato progettato dall’azienda olandese U-Boat Worx, che propone già sottomarini di dimensioni più grandi destinati al settore del divertimento, in particolare al trasporto dei passeggeri.

Nemo, che può accogliere due persone e propone diversi equipaggiamenti di lusso, può condurre i privati fino a 100 metri di profondità. Può restare sott’acqua fino a otto ore e spostarsi a una velocità massima di tre nodi.

La nuova versione è un peso piuma ed è attualmente nella fase finale della sua produzione. U-Boat Worx è convinta del suo successo futuro, come ha affermato un portavoce: «Il design ultramoderno, le linee nette, la forma idrodinamica e il rapporto peso-potenza ottimale [fanno già di Nemo] un classico.»

Nemo dispone di un muso trasparente, di condotti di propulsione ottagonali, di una parte posteriore simile a quella di un’automobile e di uno scafo pressurizzato interamente in vetro acrilico. Pesa soltanto 2500 kg, cosa che ne fa il sommergibile abitato più leggero mai costruito.

Grazie al peso ridotto e alle dimensioni (155 cm d’altezza, 280 cm di lunghezza e 231 cm di larghezza), Nemo si può trasportare facilmente sul rimorchio di un’auto. Il massimo dello spettacolo: il piccolo sommergibile può anche essere messo in acqua dalla terraferma, cosa molto pratica se non si hanno yacht o se si vuole esplorare un lago svizzero dall’interno.

Un piccolo dettaglio per concludere: il costruttore propone a tutti gli acquirenti una formazione di dodici giorni sull’isola di Curaçao, nei Caraibi. Dopotutto, i nuovi proprietari devono conoscere i fondamentali indispensabili per pilotare il mezzo.

La bella vita in una vita sull'acqua

Tornare alla home page