«Basta escursioni quest'anno» Un uomo si perde nella natura selvaggia e resiste per 10 giorni, ecco come

Vanessa Büchel

25.6.2024

Voleva fare un'escursione di sole tre ore, ma Lukas McClish s'è perso e ha dovuto resistere per ben 10 giorni nella natura selvaggia della California. Come ha dichiarato in un'intervista, non ha intenzione di fare altre gite nel breve termine. Comprensibilmente.

25.6.2024

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Lukas McClish si è perso durante un'escursione sulle colline di Santa Cruz, nello Stato americano della California.
  • È sopravvissuto nella natura selvaggia per dieci giorni, bevendo acqua dal suo scarpone e mangiando bacche selvatiche.
  • Il 34enne è stato salvato e si è riunito alla sua famiglia.

La lotta per la sopravvivenza di Lukas McClish è iniziata l'11 giugno, quando è partito per un'escursione di tre ore dalla sua casa di Boulder Creek, nello Stato americano della California. Quello che doveva essere un breve viaggio si è però trasformato in un'odissea di dieci giorni.

Il 34enne si è infatti perso nella natura selvaggia. Secondo i media statunitensi, gli incendi boschivi avevano distrutto i punti di riferimento che solitamente seguiva.

Il 16 giugno, la sua famiglia ha quindi presentato una denuncia di scomparsa dopo che McClish non si era presentato alla cena per la festa del papà.

McClish voleva un burrito e una taco bowl

Come racconta in un'intervista alla ABC News, aveva con sé solo «un paio di pantaloni, un paio di scarpe da trekking e un cappello. Avevo pure una torcia e un paio di forbici pieghevoli. E questo è tutto».

Aveva programmato di tornare a casa dopo tre ore, motivo per cui non aveva avvisato nessuno della sua escursione.

È sopravvissuto solo perché ha bevuto molta acqua e mangiato bacche selvatiche, e ogni giorno si è recato a una cascata da dove prelevava l'acqua grazie al suo scarpone.

McClish ha raccontato alla ABC News: «Mi assicuravo di bere un litro d'acqua al giorno, ma poi, quando sono arrivato alla fine, il mio corpo aveva bisogno di nutrirsi».

Dopo qualche tempo ha detto d'aver sognato un burrito e una taco bowl. Ha dormito su un letto fatto da lui stesso con delle foglie.

I droni aiutano nelle ricerche

Lukas McClish è stato avvistato per l'ultima volta nella zona di Boulder Creek, a Santa Cruz. Giovedì la polizia locale ha ricevuto diverse segnalazioni da una persona che chiedeva aiuto nei pressi di Foreman Creek.

Come ha scritto su Facebook l'Ufficio dello sceriffo della contea di Santa Cruz, sono stati utilizzati diversi droni per individuare la posizione esatta di McClish.

La polizia ha anche scritto che McClish non ha riportato ferite gravi. Ha potuto ricongiungersi con la sua famiglia.

Riunito con la famiglia

Felicissimo, il giovane ha abbracciato i suoi familiari dopo il suo salvataggio.

Ripensandoci, in un'intervista alla ABC News ha detto: «È stato davvero umiliante. È stata un'esperienza forte».

Tuttavia, ora vuole stare lontano dalla natura selvaggia per un po'. «Probabilmente ho fatto abbastanza escursioni per il resto dell'anno», ha dichiarato il 34enne nell'intervista.